Cronaca

Casa Pound contro l'ampliamento della Legge Mancino: 'Ma quale reato d'opinione'

"Sino ad oggi la politica -dichiata Pier Paolo Mora- è riuscita solo ad aumentare le tasse, a discutere di Berlusconi, e a parlare di razzismo. Gli italiani ne prendano atto"

"Ma quale reato d' opinione, pensate a salvare la nazione" questo il titolo dello striscione affisso oggi a Parma dai militanti di CasaPound contro l'ampliamento della legge Mancino.

"Con questo slogan -afferma Pier Paolo Mora, responsabile provinciale di CasaPound Italia- abbiamo voluto smascherare il maldestro tentativo della nostra classe politica di nascondere la loro incompetenza e il loro fallimento nella risoluzione di una crisi senza precedenti, spostando l' attenzione dell' opinione pubblica su problemi che di fatto non esistono ma che hanno un grande impatto mediatico anche grazie alla collaborazione delle testate giornalistiche al soldo del partito di turno"

"Un'operazione mediatica, quella della politica, che opera a 360 gradi -continua Mora- che parte dalla condanna per razzismo alle curve di calcio per sfottò che da decenni fanno parte delle tifoserie, e culmina con la richiesta urgente di ampliamento della legge Mancino firmata da quasi tutti i partiti presenti in parlamento"

"La politica oggi dovrebbe occuparsi -conclude Mora- delle aziende che chiudono, della mancanza di liquidità per la cassa integrazione, dei lavoratori che si suicidano quotidianamente, dell' esasperata pressione fiscale e dell' emergenza abitativa, mentre sino ad oggi è riuscita solo ad aumentare le tasse, a discutere di Berlusconi, e a parlare di razzismo. Gli italiani ne prendano atto."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Pound contro l'ampliamento della Legge Mancino: 'Ma quale reato d'opinione'

ParmaToday è in caricamento