menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vivere in una casa a rischio crollo: l'altra faccia del quartiere

Tra via Savani e strada dei Mercati ogni giorno alcune persone che non hanno alternative alla strada si arrangiano come possono, tra rifiuti e degrado ambientale, tetti scoperchiati e finestre tenute 'chiuse' solo da una coperta, fissato dove un tempo c'erano i vetri

Vivere in una casa pericolante perchè non si hanno alternative per avere un tetto sopra la testa e ripararsi dalle interperie. Succede a Parma, febbraio 2016. Il vecchio 'Welfare state' è ormai un ricordo e i fondi che il Governo trasferisce alle Amministrazioni Comunali per le emergenze sociali sono sempre meno così i servizi locali si trovano sempre più in difficoltà nell'affrontare i problemi delle tante persone che vivono in strada, o si rifugiani in casolari abbandonati. I ragazzi che vivono all'interno di un caseggiato abbandonato e pericolante in strada dei Mercati provengono da alcuni Paesi, alcuni dei quali interessati da guerre civili.

Ogni giorno si arrangiano come possono, tra rifiuti e degrado ambientale, tetti scoperchiati e finestre tenute 'chiuse' sono da una coperta, fissata dove un tempo c'erano i vetri. Una condizione difficile e violenta per gli abitanti di questo caseggiato, abbandonato a sè stesso: il problema abitativo qui e di marginalità sociale qui, in fondo a via Savani - al centro delle polemiche per la sicurezza e lo spaccio, non è considerato con altrettanti focus dalle istituzioni e dagli organi di stampa. Ma esiste e esisterà finchè ci sarà qualcuno che non saprà dove dormire quando arriva la notte, soprattutto nei mesi invernali. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento