Domenica 28 gennaio riapre il Castello di Torrechiara

Grazie ai volontari dell'Auser: la soddisfazione del sindaco di Langhirano Giordano Bricoli

Il Castello di Torrechiara riaprirà domenica 28 gennaio, dalle ore 10 alle ore 16 grazie ai volontari dell'Auser. E' stato quindi raggiunto l'accordo per evitare le chiusure domenicali per tre mesi, come previsto fino ad oggi. Il sindaco di Langhirano Giordano Bricoli commenta la notizia positiva per il territorio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È con immenso piacere che apprendiamo la notizia della riapertura del Castello di Torrechiara già da domenica 28 gennaio (dalle ore 10 alle ore 16) da parte del Polo Museale dell'Emilia-Romagna, accogliendo la nostra proposta di utilizzare, in via provvisoria, personale volontario dell’Auser. Dopo un lungo lavoro si è riusciti a scongiurare la prevista chiusura delle domeniche dei primi 3 mesi dell’anno. Esprimiamo quindi soddisfazione per il grande lavoro corale svolto in queste settimane dalle diverse espressioni, pubbliche e private, del territorio per raggiungere l’obiettivo della riapertura del Castello. L’unità d’intenti e la determinazione hanno dimostrato che si possono raggiungere importanti risultati.
Si ringrazia il Ministro Dario Franceschini - pagina ufficiale per l’interessamento diretto e per aver garantito l’assegnazione di ulteriore personale al Castello, il Prefetto di Parma Giuseppe Forlani, il Direttore Generale Musei del Ministero Antonio Lampis, il Polo Museale dell’Emilia-Romagna nella persona del Direttore Mario Scalini e della Responsabile del Castello Dott.ssa Gabriella Biasoli, nonché il personale assegnato al Castello per la disponibilità dimostrata nell’accogliere la nostra proposta. Inoltre si ringraziano la Dott.ssa Sabina Magrini Direttore del Segretariato Regionale del MiBACT, i parlamentari di Parma Sen. Giorgio Pagliari, On. Giuseppe Romanini, On. Patrizia Maestri, per l’interessamento presso il Ministero, il Consigliere Regionale Barbara Lori e l’Ass.re Regionale Andrea Corsini e il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Un particolare ringraziamento ad Auser Langhirano nella persona di Tiziano Vicariotto per la pronta disponibilità e la collaborazione ed al Gruppo di Imprenditori e Commercianti di Torrechiara e zone circostanti per il sostegno e l’atteggiamento propositivo tenuto nonostante il grave impatto economico subito. Si ringraziano infine tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito a sostenere la riapertura del Castello e le diverse aziende del territorio e della Provincia che hanno dato disponibilità, anche economica, per promuovere la riapertura. La negatività di questa vicenda ha fatto emergere ancora di più il valore storico, artistico e culturale del Castello di Torrechiara ed il risultato raggiunto ci rende ancora più orgogliosi e propensi ad investire risorse, idee ed energie per la Sua valorizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un furgone e sbalzato contro una moto: ciclista 45enne gravissimo

  • A Parma il primo impianto dello stimolatore capace di interrompere i segnali di dolore al cervello

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Coronavirus, è il giorno 'zero': né decessi, né contagi

  • Tragedia in Appennino: trovato morto escursionista 55enne parmigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento