Record di ingressi al Castello di Torrechiara: nei giorni di Pasqua 4.610 biglietti

Nei tre giorni delle festività pasquali tantissimi visitatori

foto: Stefano Bertocchi

Boom di accessi al Castello di Torrechiara, una vera meraviglia del nostro territorio, nei giorni delle festività pasquali. Secondo i dati del Polo Museale dell'Emilia-Romagna i biglietti staccati all'ingresso sono stati 4.610 in tre giorni, un vero record. Sabato 31 marzo i biglietti sono stati 256, domenica 1° aprile sono stati 2.094, il giorno di Pasquetta 2.2.60. Un risultato molto rilevante e ancora più significativo alla luce del fatto che, negli scorsi mesi, era arrivata la decisione di sospendere le visite al Castello la domenica per mancanza di personale. Nel corso delle settimane successive poi era stato trovato un accordo con l'Auser per permettere le aperture domenicali in questi mesi primaverili. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Sindaci: eletti Fiazza a Fontevivo, Boraschi a Palanzano, Canepari a Pellegrino, Restiani a Varano e Concari a Soragna

  • I rinforzi di Liverani, le trattative, la linea Krause: sullo sfondo il derby

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento