Gaione, la denuncia del Meta: 'Cavallo lasciato senza cibo e acqua'

Un cavallo, secondo la ricostruzione degli attivisti, era stato lasciato senza acqua e cibo: il veterinario ha verificato le sue condizioni. I volontari riferiscono che al proprietario è stata data una settimana di tempo per regolarizzare la posizione del cavallo

Il cavallo a Gaione - foto: Meta

I volontari dell'associazione Meta Emilia-Romagna si sono recati, domenica 14 febbraio, a Gaione per verificare le modalità di trattamento di alcuni cavalli. Il proprietario, in passato, era stato fatto oggetto di proteste da parte degli animalisti. Un cavallo, secondo la ricostruzione degli attivisti, era stato lasciato senza acqua e cibo: il veterinario ha verificato le sue condizioni. I volontari riferiscono che al proprietario è stata data una settimana di tempo per regolarizzare la posizione del cavallo. 

Domenica fitta di impegni per i volontari che si sono divisi tra Parma-Reggio Emilia -Modena per poter verificare le segnalazioni arrivate. A Gaione (Pr) ecco la disperata situazione di un cavallo, lasciato senza acqua, cibo e riparo a trascorrere le sue giornate nel fango. Tre attivisti Meta si sono recati sul posto già ben noto a Asl e giornalisti perché è da anni esiste questa realtà. Il proprietario, attualmente detiene altri tre cavalli e in passato è stato al centro di proteste animaliste e denunce che non hanno migliorato la situazione. Sul luogo è stato deciso di chiamare il veterinario per verificare in concomitanza con i volontari lo stato di salute del cavallo e per decidere il da farsi.

E' stata data una multa consistente e una settimana di tempo per regolarizzare la postazione del cavallo, i volontari si sono proposti di dare il proprio contributo manuale per la risistemazione di questo angolo di campagna ma l'associazione si sta al contempo attivando per predisporre un sequestro e portare in salvo da tanto degrado queste vite (ovviamente in un luogo dove chi opera è necessariamente vegano. Pubblicheremo qui tutto gli aggiornamenti del caso.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • Sbarca a Parma la truffa del finto incidente: "Un giovane si butta sotto l'auto, simulando di essere investito"

  • Tenta una rapina al Centro Torri, poi chiama i carabinieri simulando un'aggressione: denunciato

  • CORONAVIRUS: TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

Torna su
ParmaToday è in caricamento