rotate-mobile
Cronaca

Cavandoli (Lega): "Agente aggredito in carcere, serve maggiore tutela per la Polizia Penitenziaria"

"Da tempo ho espresso preoccupazione per la carenza di personale e il sovraffollamento nel carcere di Parma"

Ennesima grave aggressione ad un agente della Polizia Penitenziaria presso gli istituti penitenziari di Parma. Un detenuto, secondo quanto denunciano i sindacati di polizia penitenziaria Sappe, Uilpa, Osapp e Fns Cisl, approfittando dell’apertura della cella per una terapia sanitaria d’urgenza, è uscito nell’androne esterno e ha tentato di strangolare uno dei poliziotti intervenuti. "Solo per puro caso l’aggressione non si è trasformata in qualcosa di più grave -  ha dichiarato la deputata della Lega Laura Cavandoli -. Voglio esprimere la massima solidarietà all’agente, e a tutta la Polizia Penitenziaria, per il prezioso lavoro quotidianamente svolto presso le carceri italiane, spesso in condizioni di difficoltà. Da tempo ho espresso preoccupazione per la carenza di personale e il sovraffollamento nel carcere di Parma, anche a nome della Lega ribadisco l’impegno ad affrontare quelle criticità che per anni sono state ignorate, rendendo il lavoro degli agenti difficile e spesso ingiustificatamente pericoloso".

 Lo dichiara la deputata della Lega Laura Cavandoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cavandoli (Lega): "Agente aggredito in carcere, serve maggiore tutela per la Polizia Penitenziaria"

ParmaToday è in caricamento