rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Centri commerciali: i sindacati proclamano lo sciopero per Pasqua e Pasquetta

"Le segreterie regionali ricordano alle lavoratrici e ai lavoratori che sulla base delle norme contrattuali vigenti, e alla luce delle recenti sentenze della Cassazione potranno rifiutarsi di effettuare prestazioni lavorative in tutte le festività, senza incorrere in nessuna sanzione"

I sindacati di categoria dell'Emilia-Romagna hanno dichiarato lo sciopero in occasione delle festività di Pasqua e Pasquetta, come hanno fatto anche in occasione delle ultime festività, da Natale al Primo Maggio e a Ferragosto. L'astensizione dal lavoro è stata decisa per permettere ai lavoratori e alle lavoratrici del commercio di rimanere a casa, anche perchè recenti sentenze definiscono come "libera ed autonoma" la scelta di lavorare nei giorni festivi: per questo motivo un'eventuale sanzione è "illegittima" secondo le organizzazioni sindacali. "Le segreterie regionali ricordano alle lavoratrici e ai lavoratori che sulla base delle norme contrattuali vigenti, e alla luce delle recenti sentenze della Cassazione potranno rifiutarsi di effettuare prestazioni lavorative in tutte le festività, senza incorrere in nessuna sanzione". 

A Parma i punti vendita Coop Alleanza 3.0 saranno chiusi a Pasqua, così come il Centro Torri e l'Euro Torri, che saranno chiusi anche a Pasquetta. La catena Conad invece ha deciso di tenere aperti i supermercati sia domeica 1° aprile, il giorno di Pasqua, sia il 2 aprile, giorno di Pasquetta. L'Esselunga sarà chiusa a Pasqua e aperta a Pasquetta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri commerciali: i sindacati proclamano lo sciopero per Pasqua e Pasquetta

ParmaToday è in caricamento