Cft, protesta dei lavoratori: l'azienda non eroga l'anticipo del premio

Altra doccia fredda per i lavoratori della Cft dopo l'annuncio dei 64 esuberi, i bodyguard e le transenne agli ingressi. L'azienda ha comunicato "l'impossibilità oggettiva' di corrispondere l'anticipo nella mensilità di giugno 2013, come previsto dagli accordi

Cft di via Paradigna. Se non bastava l'annuncio dei 64 esuberi e la chiusura di alcuni reparti aziendali, l'invio dei bodyguard e il posizionamento all'ingresso dell'azienda per impedire il blocco dei cancelli arriva un'altra doccia fredda per i lavoratori. Ieri pomeriggio l'azienda infatti ha comunicato "l'impossibilità oggettiva" di erogare l'anticipo del premio previsto nella mensilità di giugno 2013. Così i dipendenti si vedranno non corrisposto una parte di compenso già concordato. 

CFT: I LAVORATORI SOLLECITANO LA FIOM 

VIA PARADIGNA il 13 GIUGNO: TRANSENNE E BODYGUARD AI CANCELLI 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VERTENZA CFT: TUTTI GLI ARTICOLI SU PARMA TODAY 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento