menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chirurgia Plastica: al Maggiore gli esperti di tutto il Nord Italia

Attesi oltre 200 professionisti per la riunione del gruppo di Triveneto e Emilia-Romagna. Affrontati gli aspetti più innovativi della chirurgia ricostruttiva, plastica ed estetica

Oltre 200 chirurghi plastici sono attesi a Parma venerdì 12 dicembre, alla sala congressi dell’Ospedale di Parma, per il congresso interregionale che raduna i professionisti delle strutture sanitarie del nord est. Alla riunione autunnale del Gruppo “triveneto-emiliano romagnolo”, presieduto da Edoardo Caleffi, direttore della struttura complessa di Chirurgia plastica e Centro ustioni dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, saranno  affrontati gli aspetti più innovativi della chirurgia ricostruttiva, plastica ed estetica.

La sessione mattutina sarà dedicata ai biomateriali in chirurgia, applicati alla  patologia post-traumatica, oncologica ed alle malformazioni congenite. Gli argomenti trattati andranno dal lipofilling in chirurgia mammaria alle altre tecniche di chirurgia plastica che implicano l’utilizzo di cellule staminali e di fattori di crescita, considerate innovative, ma sulle quali a tutt’oggi possono sorgere dubbi sull’efficacia e sui rischi legate alle complicanze.

Nel pomeriggio invece è previsto un focus in chirurgia mammaria con l’obiettivo di  far emergere le tematiche per le quali non vi è un accordo da parte della comunità scientifica, attraverso un percorso condiviso che prevede la partecipazione degli esperti di tutte le discipline coinvolte, per giungere alle prime raccomandazioni e produrre linee guida condivise.

"Il congresso - spiega Edoardo Caleffi - avrà l'obiettivo di alimentare quella discussione vivace e schietta che caratterizza gli incontri del Gruppo Triveneto Emilano-Romagnolo di Chinirgia Plastica; gruppo, appunto, di esperti e amici dal cui fattivo confronto scaturiscono interessanti innovazioni, importanti collaborazioni e di conseguenza risultati ogni volta "migliori" per i nostri pazienti".

Nell’ambito della riunione del gruppo si svolgeranno il giorno prima, giovedì 11 dicembre una serie di corsi all’aula G del Centro Congressi dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. Nella mattinata è in programma la terza edizione del corso “Terapia a pressione negativa: nuove soluzioni applicative per una metodica in evoluzione”, volto a dare una chiara indicazione per l’uso della terapia a pressione negativa per la cura delle ferite difficili nelle diverse specialità chirurgiche e mediche e in particolar modo a chiarire le varie tipologie di macchine e medicazioni, disponibili al Maggiore.  Nel pomeriggio si svolgerà il workshop dal  titolo: “Braxon - impianto One-Step con risparmio del muscolo gran pettorale” in cui verrà fornita una guida pratica sull’uso dei biomateriali come membrane chirurgiche e a seguire  “Chirurgia e Camouflage” che vedrà la presenza  di Rosanna Barbati Responsabile del Day Hospital Dermatologico dell’Ospedale S. Eugenio di Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento