Processo Ciappazzi: attesa per la sentenza d'appello. In 1° grado 5 anni a Geronzi

Concluse le repliche, sono entrati in camera di consiglio i giudici della Corte d'Appello di Bologna che dovranno decidere sulla vicenda della vendita delle acque minerali Ciappazzi, filone nato dall'inchiesta sul crac Parmalat

Concluse le repliche, sono entrati in camera di consiglio i giudici della Corte d'Appello di Bologna che dovranno decidere sulla vicenda della vendita delle acque minerali Ciappazzi, filone nato dall'inchiesta sul crac Parmalat. In primo grado, il tribunale di Parma aveva condannato, tra gli altri l'ex presidente di Banca di Roma-Capitalia Cesare Geronzi a cinque anni per bancarotta e usura e l'ex ad di Capitalia Matteo Arpe a tre anni e sette mesi. Il procuratore generale Umberto Palma in aula aveva chiesto la conferma delle condanne per gli otto imputati. La lettura della sentenza è prevista per la tarda mattinata di venerdì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento