Comune, Ciclosi comincia dal bilancio: recuperati 3 milioni dall'evasione

Cresce la liquidità di cassa che passa da 55 a 68 milioni di euro in un solo mese. Questo consentirà un pacchetto di pagamenti a società e fornitori stimabile in 24 milioni di qui a fine gennaio

Il commissario, Mario Ciclosi

Si riducono le spese, aumentano alcune entrate significative. Si recupera anche una buona liquidità, che consentirà  di definire a breve un primo “pacchetto” di pagamenti a fornitori e società.
Questi sono alcuni degli elementi positivi emersi dall’assestamento di bilancio, varato, ieri 30 novembre, secondo i termini di legge, dal commissario straordinario Mario Ciclosi, insieme ai subcommissari Michele Formiglio, Virginia Figliossi e Sergio Pomponio.

I NUMERI DELLA MANOVRA
Le minori entrate, dovute principalmente alla crisi economica, sono pari a circa 5,8 milioni di euro (tra queste, minori oneri di urbanizzazione per 2 milioni e 690 mila euro nei servizi educativi per la diminuzione dei redditi dei cittadini). La somma è comunque compensata innanzitutto da maggiori entrate per oltre 5,1 milioni, tra cui 3,26 milioni di recupero dell’evasione e arretrati delle multe e 600 mila euro di rimborsi per le spese degli uffici giudiziari. Un ulteriore dato positivo viene dal fronte delle minori spese, con 680 mila euro di minori interessi e spese economali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PIU’ SOLDI IN CASSA: ALLO STUDIO PAGAMENTI A FORNITORI E SOCIETÀ
Un altro dato importante giunge sul fronte della cassa: dai 55 milioni del 20 ottobre, data di inizio del commissariamento del Comune, si è passati a ben 68 milioni il 24 novembre, giorno dell’insediamento del commissario Ciclosi. Sono 13, dunque, i milioni di euro in più in cassa. Questo consentirà un pacchetto di pagamenti a società e fornitori stimabile in 24 milioni di qui a fine gennaio, nel pieno rispetto dal patto di stabilità: ora sono naturalmente in corso di valutazione le priorità. Ulteriori pagamenti sono previsti con la razionalizzazione della spesa che verrà adottata nell’ambito del bilancio di previsione 2012, in corso di valutazione in questi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna l'obbligo di mascherine all'aperto e la chiusura dei locali: ecco il nuovo piano anti-Covid 19

  • Betoniera si ribalta in tangenziale: muore il conducente 31enne

  • Coronavirus: riapre il reparto Covid al padiglione Barbieri

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Nuovo Dpcm: mascherine e distanziamento sociale fino al 7 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento