menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Circo Martini a Parma, più di 50 lettere di protesta al sindaco

Negli ultimi giorni sono arrivate lettere di cittadini che chiedono all'amministrazione comunale di intervenire e esprimono contrarietà alla presenza dell'attendamento nell'area di Ravadese dal 12 ottobre

Circo Martini a Parma. Sono più di 50 le lettere inviate da alcuni cittadini al sindaco di Parma Federico Pizzarotti, arrivate anche alla nostra redazione, per protestare contro la presenza del circo con animali nell'area di Ravadese, dove si terranno gli spettacoli a partire da venerdì 12 ottobre. Il Comune aveva assicurato su attenti controlli sulle condizioni degli animali all'interno del circo. Intanto gli animalisti si preparano alla protesta.
 

PARTECIPA AL SONDAGGIO
 

Ecco due delle tante lettere arrivate in redazione.

"Buongiorno, scrivo per unirmi alla richiesta di tanti cittadini italiani di approvare un'ordinanza contro l'attendamento di circhi con animali all'interno del vostro comune, così come stato fatto ad Alessandria. Personalmente mi permetto di aggiungere che stimo il lavoro del Movimento 5 Stelle proprio perché esso nasce dal basso, considerando in primis le necessità dei cittadini, del popolo. Allarghiamo allora questo concetto agli altri animali, quelli non umani, che soffrono ben più di noi e che, tuttavia, non godono neanche di una piccola parte dei diritti che noi invece ci siamo attribuiti".

"In seguito alla vicenda della giraffa scappata dal circo e poi deceduta, credo sia doveroso da parte del comune di Parma mettere fine ai circhi in città gia in altre città italiane è stata approvata la scelta di non ospitarne più un paese civile non si può definire tale se continua a usare gli animali in questo modo a maggior ragione il comune di Parma dove il sindaco è un esponente del M5s. movimento che dice ci tenere a cuore l'ecologia e l ambiente non puo permettere di accettare ancora i circhi nella città in cui governa mi permetto di mandare questa protesta da libera cittadina italiane spero che la mia richiesta a nome di chi non può parlare e esprimere dissenso, non cada invano invio la seguente anche alle testate giornalistiche della città, che spero prendano a cuore anch'esse questa situazione incresciosa".

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento