Circo Martini a Parma, il Comune: "Vigileremo sugli animali"

Il 12 ottobre è fissato l'esordio del circo Aldo Martini nell'area feste di Ravadese. Dopo le polemiche degli animalisti che hanno annunciato la protesta il Comune: "Dovevamo completare l'iter autorizzativo"

Circo Aldo Martini a Parma. Il 12 ottobre è la data di inizio degli spettacoli. La protesta animalisti è già stata annunciata. Come gli anni scorsi. Ma quest'anno, dopo la morte della giraffa a Imola, i riflettori sono puntati sulle condizioni degli animali nel circo che arriverà a Parma. Il Comune annuncia che vigilierà atttentamente.

CIRCO, LA LETTERA DI UN DOTTORANDO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Come prevede il “Regolamento comunale sulla concessione di aree per l’esercizio di spettacoli circensi” -si legge in un comunicato del Comune di Parma-.dal primo al 30 aprile di quest’anno sono pervenute le istanze dei gestori di circhi per i sei mesi successivi. La domanda del Circo Rinaldo Orfei di Aldo Martini è stata l’unica delle tre presentate ad avere i requisiti richiesti, ed in particolare la disponibilità di un’area privata in cui installarsi, ed il 31/7/2012 la Commissione comunale spettacoli viaggianti l’aveva positivamente valutata. La Giunta Comunale, quindi, non poteva che completare l’iter autorizzativo con la delibera di Giunta che ne fissa le date.

Relativamente alla presenza degli animali del circo, occorre precisare che a tutt’oggi l’Azienda Unità Sanitaria Locale deve ancora esprimere il proprio parere favorevole, e l’autorizzazione alla manifestazione è subordinata ad una attenta verifica da parte del Dipartimento di Sanità Pubblica e Igiene Veterinaria. Fatta salva questa premessa, il Comune di Parma eserciterà il proprio ruolo di vigilanza, in accordo con il Servizio Veterinario dell’AUSL, perché siano rispettate tutte le norme statali, regionali e le prescrizioni del “Regolamento comunale per la tutela del benessere degli animali. Qualora siano riscontrate violazioni a questa disciplina, il Comune potrà emanare sanzioni sino ad arrivare ad  ordinare la chiusura temporanea dell’attività.

Infine, poiché l’attività amministrativa è fatta di una serie di atti motivati e giuridicamente corretti, e non di più semplici dichiarazioni di principio, la Giunta Comunale intraprenderà un percorso  per arrivare innanzitutto ad individuare un’area pubblica per gli spettacoli viaggianti, affinché non siano i proprietari di aree private a decidere quale spettacolo ospitare, ed un nuovo Regolamento comunale che definisca criteri di priorità nell’assegnazione delle concessioni che privilegino le buone prassi che esistono in ambito circense che sanno conciliare un’arte che ha storia secolare con la rinuncia a pratiche che producono sofferenza agli animali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Si tuffa in mare a Forte dei Marmi: 18enne parmigiano disperso in acqua

Torna su
ParmaToday è in caricamento