menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città di Parma, lavoratori senza stipendio. Forse uno spiraglio

I lavoratori e i sindacati avevano denunciato una situazione molto pesante: tutti i 250 lavoratori non avevano percepito lo stipendio di ottobre. Dopo l'incontro con l'azienda a breve qualche novità

Casa di cura Città di Parma. Qualche giorno fa i lavoratori e i sindacati avevano denunciato una situazione molto pesante, Tutti i 250 lavoratori non avevano percepito lo stipendio di ottobre a causa dei debiti della struttura sanitaria privata. Ora, forse, si intravede uno spiraglio, seppur piccolo. "Nei giorni scorsi -riferisono i sindacati- si è svolto un primo incontro tra le organizzazioni di categoria e la rappresentanza della proprietà della Casa di Cura Città di Parma presso la sede dell’Unione armense Industriali.

"Riscontrata la disponibilità a nuovi incontri per monitorare l'andamento ei successivi sviluppi, nonchè il dato positivo del mantenimento dei volumi di lavoro, a fronte dell'impegno palesato nel volere trovare al più presto soluzioni alla situazione debitoria che porterebbe anche al saldo del dovuto ai lavoratori, le organizzazioni sindacali al momento esprimono una prudente preoccupazione a fronte di quelli che potrebbero essere i possibili scenari futuri.


Il prossimo venerdì 30 novembre, dalle ore 13,45 alle ore 15,00, i funzionari di FP CGIL, CISL FP, UIL FPL Maurizio Miati, Michele Morfini e Gianni Fazio incontreranno in assemblea i lavoratori presso la casa di cura stessa per aggiornarli su quanto evidenziato nell'incontro e sulle eventuali novità che potrebbero già intervenire nei prossimi giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento