Cronaca Cittadella / Parco Cittadella

Cittadella, Feci risponde a Buzzi: "Ecosistema urbano? No abbandono e incuria"

"L'ecologista Buzzi-scrive il consigliere Feci- e non solo lui, confonde l'abbandono e l'incuria con "un ecosistema urbano consolidato", ci accorgiamo quanto l'ipocrisia si nasconda dietro la maschera della ragione"

Cittadella, Polemiche per l'intervento operato dalla giunta a 5 Stelle. Alfonso Feci, consigliere dei 5 Stelle, risponde a Paolo Buzzi, capogruppo del Pdl che aveva attaccato l'amministrazione, "L’ecologista Buzzi e non solo lui, confonde l’abbandono e l’incuria con ”un ecosistema urbano consolidato”, ci accorgiamo quanto l’ipocrisia si nasconda dietro la maschera della ragione. L’ipocrisia è quella di chi sostiene che la presenza di luoghi abbandonati, da decenni vittime di incuria e sporcizia, sia addirittura un “valore” per la città. Forse in questo modo si prepara il terreno per poter giustificare le mancate manutenzioni ordinarie degli scorsi anni, in nome di uno spirito ambientalista, peraltro, ben nascosto! Chissà…non ci stupiremmo!

Evitando di aspettare che qualche specie “autoctona” (vedi zanzara tigre-dengue ecc…) possa insediarsi definitivamente ,tanto per far parlare ancora qualche ex-assessore di danneggiamento alle “biodiversità consolidata”, noi abbiamo iniziato a sistemare la Cittadella. L’errore concettuale è confondere, volutamente, l’abbandono di un’area verde con la sua crescita “naturale”, soprattutto all’interno di una città. Il consigliere Buzzi, invece di fare spendere capitali per l’arredo floreale stagionale delle rotatorie, avrebbe dovuto provvedere a ben altra tipologia di spesa, meno visibile, ma più utile, viceversa si preferiva inaugurare nuove strutture, in questo caso con fotografi e pubblico compiacente, parlando di “valore simbolico“, piuttosto che sistemare aree e/o strutture realmente in abbandono. Noi non seguiremo l’esempio lasciato!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella, Feci risponde a Buzzi: "Ecosistema urbano? No abbandono e incuria"

ParmaToday è in caricamento