menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella del rugby, Allodi srl vince l'appalto: lavori per 3,5 milioni di euro

Ribasso dell'Ati pari al 12,06%. Previsto l'ampliamento dello stadio "XXV Aprile", la realizzazione di una palazzina per gli uffici della Fir e degli spogliatoi, e una nuova piazza antistante l'edificio

La nuova cittadella del rugby inizia a prendere forma. Questa mattina sono state aperte le buste contenenti le offerte economiche, a cui è seguita l’aggiudicazione provvisoria dei lavori, dal costo complessivo di circa 3,5 milioni di euro, che prevedono l’ampliamento dello stadio “XXV Aprile” a Moletolo con nuovi posti a sedere, la realizzazione di una palazzina per gli uffici della Fir (Federazione italiana rugby) e gli spogliatoi, e di una nuova piazza antistante l’edificio. Si tratta del secondo stralcio di lavori, dopo il rifacimento dell’illuminazione e la realizzazione degli spogliatoi per i campi di allenamento (attualmente in corso).

L’Ati vincitrice è composta dal soggetto realizzatore, costituito dall’impresa parmigiana Allodi srl, e dal soggetto finanziatore, costituito da Agrileasing spa, e prevede un ribasso del 12,06%. L’altra offerta era invece quella presentata da Unieco (realizzatore) con Monte Paschi Siena (finanziatore).

L’intervento
I lavori prevedono il rifacimento di tutto il lato nord dello stadio XXV Aprile, con la realizzazione un nuovo edificio di 1500 mq divisi su due piani, che ospiterà gli spogliatoi per i giocatori e gli arbitri, sale stampa e la sede della Fir, la Federazione Italiana Rugby. Attaccata al fabbricato verrà realizzata una nuova tribuna coperta che sarà dotata di circa 700 posti a sedere.

Verrà ampliata anche la tribuna ovest, dove verranno realizzate tre nuove gradinate per un totale di 303 posti a sedere (di cui 4 per i diversamente abili), e una volta ultimato anche questo intervento lo stadio passerà dagli attuali 2500 a 3.700 posti.

L’edificio che sorgerà sul lato nord sarà costruito utilizzando  sistemi tecnologici e architettonici per ottenere un elevato confort ambientale, rispettando i criteri della sostenibilità. Le finiture interne saranno realizzate con materiali eco compatibili, verrà utilizzata l’energia solare per ridurre la domanda energetica dell’edificio, che potrà contare anche su di un elevato isolamento acustico.

Al piano terra ci saranno, tra le altre cose, due spogliatoi per gli atleti (conformi agli standard per partite internazionali), due spogliatoi per gli arbitri, un pronto soccorso per gli atleti e un locale destinato agli accertamenti antidoping.
Al primo piano invece troveranno posto, tra l’altro, gli uffici della Federazione italiana rugby.
La Federazione, in cambio della costruzione degli uffici, realizzerà due nuovi campi da rugby sintetici, che permetteranno alle due squadre cittadine di avere un campo per l’allenamento anche nel periodo invernale.

In programma anche una serie di opere di riqualificazione dell’area esterna allo stadio che prevedono la realizzazione di una piazza antistante il nuovo edificio spogliatoi e uffici della Federazione, con una superficie complessiva di circa  3650 metri quadrati, di cui 1200 destinati alla realizzazione del parcheggio atleti.

L’iter
Ora, una volta avvenuta la verifica del responsabile unico del procedimento circa i lavori svolti dalla commissione giudicatrice, seguirà il provvedimento di aggiudicazione definitiva. Decorsi i termini previsti dalla legge, verrà stipulato il contratto e inizierà la fase di progettazione. Una volta approvato il progetto esecutivo verrà dato inizio ai lavori di realizzazione dell’opera, che dovrebbe avvenire nel giro di un anno.

La procedura utilizzata per la realizzazione dell’opera è quella della locazione finanziaria di opera pubblica (leasing in costruendo), che prevede nel raggruppamento, oltre ad un’impresa edile, anche una società di leasing immobiliare, che finanzia l’opera mediante il pagamento di stati di avanzamento dei lavori.

Le dichiarazioni
“Prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale nella realizzazione della Cittadella del Rugby – afferma l’assessore allo Sport, Roberto Ghiretti –  .La gara per realizzare la tribuna Sud sarà indetta entro la fine del 2011. In questo modo arriveremo alla capienza di 5000 spettatori, che renderà lo stadio adatto per ospitare ogni tipo di gara internazionale, e andremo a completare il centro, destinato a diventare la Coverciano del rugby italiano, oltre che  il luogo di pratica del rugby per tutti i nostri ragazzi, con benefici effetti anche di tipo economico e di visibilità sul territorio”.

“Con l’assegnazione dell’appalto del secondo stralcio – dichiara Giorgio Aiello, assessore ai Lavori Pubblici – abbiamo posto un tassello fondamentale per la conclusione dell’impianto sportivo più importante per la nostra città, che si pone ai massimi livelli nazionali. La Cittadella del Rugby unitamente al nuovo palazzetto dello sport, in fase di realizzazione in zona Moletolo renderanno concreta e possibile anche la creazione della cosiddetta cittadella dello Sport”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Salute

Come calcolare l'Indice di Massa Corporea

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento