menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadinanza ai bambini nati da stranieri in Emilia: 'no' di Pdl e Lega

La risoluzione è passata nonostante il voto contrario di Pdl e Lega. Villani: "Con lo 'ius soli' l'Italia diventerebbe l'ostetricia del Nord Africa". Pd: "Cittadinanza onoraria alle vittime straniere del terremoto"

Non risparmia gli stranieri nelle aree del terremoto l'ostracismo leghista, espresso dal capogruppo Mauro Manfredini in Assemblea legislativa, dove si discuteva una risoluzione (approvata) che chiede, "in attesa che il nostro Paese riveda la legislazione sulla cittadinanza - spiega il primo firmatario Gabriele Ferrari (Pd) - che ai bambini nati da stranieri residenti in Emilia-Romagna venga concessa la cittadinanza onoraria". Contro le espressioni leghiste, la consigliera Anna Pariani (Pd) propone che la cittadinanza onoraria venga concessa in memoria alle vittime straniere del terremoto.

"Difficile instaurare una normale dialettica politica - afferma il capogruppo Pd, Marco Monari - anche su temi sui quali è lecito e naturale dividersi, quali il diritto di cittadinanza agli stranieri e la questione di sinti e dei rom, se i toni utilizzati in Aula da alcuni esponenti della Lega nord e del Pdl sono di una tale volgarità e bassezza da lasciare attoniti: la differenza di opinioni è legittima e salutare in una democrazia, ma non ci può essere dialogo se si usano espressioni insultanti della dignità umana".

Intanto il capogruppo Pdl, Luigi Villani, spiega perché ha votato contro il documento: "noi siamo per lo 'ius sanguinis'", la "connotazione storica e geografica oltre che la situazione socio economica" in Italia "non consentono il passaggio al regime dello ius soli". E "siamo contrari - aggiunge - a iniziative strumentali, di bandiera e folcloristiche come questa risoluzione che banalizza un argomento delicato e complesso come quello della cittadinanza agli immigrati". L'Italia è già, rileva Villani, "il Paese europeo con la maggior presenza di immigrati clandestini. Con lo ius soli diventerebbe l'ostetricia del Nord Africa e di altre parti del mondo. Non sono ammissibili né scorciatoie né banalizzazioni ispirate a un buonismo peloso che cela finalità puramente elettorali da parte della sinistra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 43 casi e un decesso

  • Cronaca

    Il piano di Patrick: voleva uccidere anche Maria Teresa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento