rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Clienti senza mascherina in un minimarket di via Borghesi: identificati e sanzionati

Assembramento all’interno di un negozio etnico, blitz della Polizia locale. In sette senza dispositivi di protezione

Blitz della Polizia locale in via Borghesi all’interno di un negozio etnico oggetto, nelle ultime settimane, di diverse segnalazioni per la numerosa presenza di avventori che all’interno di uno spazio commerciale molto piccolo, non indossavano le mascherine.

L’intervento degli operatori, in tarda serata, ha riscontrato un assembramento all'interno del negozio: sette clienti con la mascherina abbassata sul mento o sprovvisti. Quattro persone, alla vista degli agenti, sono uscite dal negozio allontanandosi in fretta per evitare il controllo, mentre tre uomini sono stati identificati e sanzionati per la violazione delle norme anticovid.

La proprietaria è stata sanzionata per aver consentito l’ingresso delle sette persone senza mascherina all’interno del suo minimarket che, vista l’estensione inferiore a 40 metri quadrati, non avrebbe dovuto superare il numero massimo di due persone.

Il negozio è stato sottoposto ad ispezione commerciale e sono stati riscontrati ulteriori illeciti: la proprietaria dell’attività è stata ulteriormente sanzionata per non aver installato il cartello che indica il numero massimo di persone consentite all’interno.  “L'azione di tutela dei cittadini della Polizia locale sul territorio è costante. Manteniamo un presidio quotidiano volto anche al rispetto della normativa anticontagio e la collaborazione dei cittadini è un tassello importante in questo processo", ha commentato Cristiano Casa, assessore alla Sicurezza del Comune di Parma. Per il Comandante Michele Cassano, “questa operazione rientra in un dispositivo di presidio dinamico del territorio, alimentato da segnalazioni qualificate e osservazione del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clienti senza mascherina in un minimarket di via Borghesi: identificati e sanzionati

ParmaToday è in caricamento