Cngei: gli scout laici presenti a Langhirano, premiati per i 100 anni

Il presidente Marcialis riceve il premio per i 100 anni del CNGEI

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

CNGEI, Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani, associazione scout presente in Emilia-Romagna a Bologna, Reggio Emilia, Modena, Bondeno e Langhirano e che, a livello nazionale, conta su oltre 12mila aderenti, è stata protagonista nella Conferenza Mondiale WOSM (sigla che significa World Organization Scout Movement, ovvero organizzazione mondiale dei movimenti scout) che si è svolta a Lubiana in Slovenia. Infatti CNGEI ha ricevuto il certificato per i 100 anni di attività scout nel nostro Paese, un riconoscimento per l'anniversario (caduto tra 2012 e 2013) che è stato festeggiato nella prima occasione utile della Conferenza Mondiale. Oltre a CNGEI sono stati consegnati altri 20 diplomi ad associazioni scout di tutto il mondo.

Il certificato è stato consegnato direttamente da Simon Ree (coreano), Presidente del Comitato Mondiale per l'Organizzazione del Movimento Scout WOSM nelle mani del Presidente del CNGEI Roberto Marcialis. A Lubiana CNGEI è infatti presente, insieme ad AGESCI, che - uniti - rappresentano la FIS (Federazione Italiana Scoutismo) con il Presidente nazionale, Roberto Marcialis e il Capo Scout Nazionale, Paolo Fiora: "Questo riconoscimento - sottolinea Marcialis - testimonia l'importante lavoro che l'Associazione scout CNGEI svolge nell'ambito dell'educazione non formale dando ai giovani la possibilità di diventare 'buoni cittadini', responsabilmente impegnati nella vita del loro Paese e predisposti ad essere anche coraggiosi cittadini del mondo. Essere qui a Lubiana, alla Conferenza Mondiale, rappresenta una esperienza molto significativa e siamo contenti che questo riconoscimento al CNGEI valorizzi anche l'immagine dell'Italia all'estero", prosegue Fiora: "questo riconoscimento sancisce il valore - acquisito nel tempo - del CNGEI come agenzia educativa sul territorio che ha contribuito a educare e formare dei giovani e degli adulti, in una parola sola: molti individui che hanno scelto di essere attori protagonisti della loro vita, di essere esempi positivi nella Società Civile e - non ultimo - di essere un faro per tutti quei giovani che credono nei valori dello Scoutismo ed hanno deciso di assaporarli e viverli con noi"

Marcialis e Fiora, in rappresentanza dell'Associazione, sono tra l'altro reduci dal raduno scout AGESCI di San Rossore (Pisa) dove sono stati ospiti dell'altra Associazione scout aderente alla FIS e presente a Lubiana: "Il rapporto di collaborazione tra CNGEI e AGESCI è molto importante e profondo - concludono Marcialis e Fiora - momenti come questi dell'incontro mondiale sono significativi anche per stringere legami sempre più saldi con AGESCI e altre Associazioni scout di altri Paesi".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento