Co-working in via Naviglio Alto: lascia il tuo bimbo all'asilo mentre lavori

I giovani professionisti che possono recarsi presso la sede di via Naviglio Alto per utilizzare una postazione di lavoro, per le mamme o i papà che possono lasciare i loro bambini da zero a sei anni al vicino asilo "Al piccolo panda"

Si parla di “work idea”, “coworking e co – baby”, di “welfare generativo”: tutti termini presi a prestito dall’inglese, ma dal significato abbastanza chiaro: costruire una nuova frontiera nel mondo del lavoro per dare risposte soprattutto ai giovani e ancora di più alle giovani donne, lavorando sulla “conciliazione” per fare leva su nuove opportunità. Questo il senso della nuova proposta di ON/OFF, officina di coworking per l’occupabilità giovanile, che si trova nel centro giovani comunale di via Naviglio Alto.

Alla presentazione delle nuove iniziative è intervenuta la vicesindaco Nicoletta Paci, che, facendo i complimenti e gli auguri all’”officina”, ha parlato di “scoperta davvero piacevole”, riferendosi al centro comunale di via Naviglio Alto, che per la prima volta ha avuto l’opportunità di conoscere.
Come ha spiegato Rossella Lombardozzi, le nuove proposte nascono grazie alla collaborazione con l’associazione “Mamma Trovalavoro” .

Si tratta di una specie di circolo virtuoso per i giovani professionisti che possono recarsi presso la sede di via Naviglio Alto per utilizzare una postazione di lavoro, per le mamme o i papà che possono lasciare i loro bambini da zero a sei anni al vicino asilo “Al piccolo panda” gestito dalla cooperativa Eidè, e la “co-servizi salva tempo” di Mamma Trovalavoro”, che propone lavanderia, spesa, posta, incontri e laboratori genitoriali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ un’opportunità per tutti gli interessati under 35, ma soprattutto per le neo-mamme che necessitano di spazi e tempo per rimettersi in gioco con la loro professionalità, condividendo la postazione di lavoro con altri professionisti in modo collaborativo. A margine della presentazione, si è tenuto anche un breve incontro con Elisabetta Musi, docente della Cattolica a Piacenza, che ha parlato dell’occupazione femminile  e del welfare generativo, e di Sabrina Bianchi, che ha portato l’esperienza di Milano in materia di coworking per le donne.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento