rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca

In auto con 60 grammi di eroina e cocaina: il controllo, la fuga tra i boschi e l'arresto di uno dei due spacciatori

Preso un 36enne marocchino. Un'auto imboscata lontana da occhi indiscreti ha attirato l’attenzione di una pattuglia dei carabinieri Forestali di Colorno. All’interno due stranieri intenti a suddividere cocaina ed eroina in dosi

I carabinieri della Stazione di Polesine Zibello, in sinergia con quelli del Nucleo Forestale di Colorno, hanno arrestato un 36enne di nazionalità marocchina, residente a Milano ma, di fatto, senza fissa dimora in Italia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti: due uomini erano intenti a confezionare in auto singole dosi di “cocaina” ed “eroina” per smerciarle con più facilità ai clienti, quando una pattuglia del Nucleo Forestale li ha notati nella zona "golenale", lontani da occhi indiscreti, e ha deciso di procedere ad un controllo. I due, alla vista dei militari, sono scappati nel fitto bosco ma dopo un breve inseguimento e grazie al supporto fornito da una pattuglia dei carabinieri di Polesine Zibello, un 36enne marocchino è stato fermato.

Durante l’inseguimento l’uomo ha cercato di disfarsi di due involucri in nylon trasparenti, che i carabinieri hanno però individuato fra la vegetazione e recuperato. La conta delle dosi rinvenute nei due sacchetti si è fermata a “40 palline” di cocaina e “20 palline” di eroina pronte per essere spacciate.

Nell’operazione sono stati sequestrati anche bilancini di precisione, materiale per il confezionamento e telefoni cellulari. Il 36enne, al termine delle formalità, è stato portato nel carcere di Parma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

Il giudice dopo aver convalidato l’arresto ha disposto per il 36enne la custodia cautela in carcere in attesa del processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con 60 grammi di eroina e cocaina: il controllo, la fuga tra i boschi e l'arresto di uno dei due spacciatori

ParmaToday è in caricamento