Dal Sudamerica a Parma: ecco le rotte della cocaina

'Ndrangheta e non solo. Milano come capitale dello smistamento. Viaggio nella rete dello spaccio gestita da vere e proprie organizzazioni criminali che portano la polvere bianca direttamente nella nostra città

Dal Sudamerica all'Italia. Attraversando l'Oceano e atterrando sul terreno florido delle Metropoli italiane allo scopo di innaffiare di polvere bianca i salotti benestanti della nostra vita sociale. Le rotte della cocaina sono le stesse da decenni. La polvere bianca che si vende (anche) a Parma proviene dai Paesi sudamericani, Colombia in primis, attraverso una fitta e organizzata rete di gruppi criminali e spacciatori che ogni anno frutta soldi a palate. Solo a Parma, dove la cocaina ha terreno fertile, il business è di milioni e milioni di euro.

Ma andiamo con ordine. Polvere bianca in arrivo dalla Colombia, dicevamo. Da qui viene compraata dalle reti criminali locali che la gestiscono per conto proprio ma soprattutto della 'ndrangheta sul territorio di Milano, vera e propria base operativa. È da qui che la coca viene poi smerciata nelle città di provincia: Piacenza, Parma, Reggio e cosi via. Affidata a pusher locali che per pochi spiccioli e con tutto il peso del rischio sulle proprie spalle si accollano la vendita aul territorio. In genere la catena che porta la coca dal Milanese alla nostra città si avvale della collaborazione di decine di persone: oltre ai cosiddetti pesci piccoli operanti sul territorio provinciale, ci sono i corrieri, gli informatori e coloro che si dedicano alla ricerca dei clienti.

Cocaina, ma non solo. A Parma hashish e marijuana, le cosiddette droghe leggere, hanno da sempre un buon mercato. Costano meno e sono facili da reperire. L'erba arriva dalle coste del Marocco, seguendo spesso la rotta che dalla Spagna arriva in Italia. Anche qui la centrale è Milano. Le grosse organizzazioni, allo scopo di allargare un giro di affari diventato (nel Milanese) sempre più saturo, hanno scelto di espandersi ai territori limitrofi e anche in questo caso città di provincia come Parma o Piacenza vengono rifornite di continuo. Il business in questo caso è reso florido dal target di riferimento: non solo benestanti o liberi professionisti come nel caso della cocaina ma anche gente comune come studenti e impiegati, e questo a causa del prezzo molto più contenuto per ogni singola dose. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento