Colpisce l'ex moglie con un sasso alla testa davanti alla figlia minorenne: 53enne in manette

L'operaio, a cui era stato imposto il divieto di avvicinamento alla casa della donna, si è presentato al suo domicilio e l'ha aggredita

E' entrato all'interno dell'abitazione dell'ex moglie, dalla quale era stato allontanato con un provvedimento del giudice, e l'ha colpita alla testa con un sasso, al termine di un litigio e davanti alla figlia minorenne. Un operaio di 53 anni è stato arrestato dai carabinieri di Salsomaggiore Terme che hanno eseguito il provvedimento, disposto dal Gip, di aggravamento della misura cautelare. L'uomo, che si trova agli arresti domiciliari, dall'inizio del 2017 aveva manifestato comportamenti violenti, fisici e psicologici, contro la donna che lo aveva denunciato. Dal mese di settembre il Tribunale aveva disposto l'allontanamento dell'uomo dalla casa familiare, oltre al divieto di avvicinamento ai luoghi da lei frequentati. Qualche giorno fa l'operaio si è presentato a casa dell'ex moglie e durante una lite l'ha colpita con un sasso alla testa, provocandole alcune ferite. La scena è avvenuta davanti alla figlia minorenne. In conseguenza di questo ultimo episodio il Gip ha disposto l'aggravamento della misura cautelare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è una festa clandestina" e chiamano i carabinieri: era un giovane che giocava alla playstation

  • Va in auto in un supermercato di San Polo d'Enza per fare avance ad una cassiera: parmigiano denunciato

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus, chiusura totale delle attività produttive: aperti supermercati e farmacie

  • Coronavirus: si può fare la spesa in un supermercato fuori dal Comune solo se è il più vicino a casa

Torna su
ParmaToday è in caricamento