Terremoto in Emilia, ecco come aiutare le popolazioni colpite

Il consiglio regionale della Regione ha stanziato 2 milioni di euro tagliando le indennità dei consiglieri. Aperti conti correnti per dare il proprio contributo e aiutare le persone in difficoltà

E’ trascorsa una settimana dalla prima, devastante scossa di terremoto che ha mietuto vittime in Emilia-Romagna, che ha costretto migliaia di persone a essere sfollate dalle loro case, che ha messo in seria difficoltà enti locali e aziende, ferendo il patrimonio storico, architettonico, religioso, artistico e culturale della nostra regione.

"La macchina della Protezione Civile, degli aiuti, dell’impegno istituzionale su tutti i fronti necessari, si è mossa immediatamente e continua a girare a pieno ritmo a fronte del monitoraggio e della gestione dell’emergenza ancora in corso: essa continuerà a operare sino a quando la situazione non si sarà normalizzata e non potremo finalmente dire che i nostri territori si sono definitivamente rialzati dal colpo subito", scrive in una nota il Gruppo PD in regione.

La terra trema ancora, in queste ore; molti iscritti, simpatizzanti, cittadini che ci seguono ci chiedono di informarli sugli impegni presi dalla Regione Emilia-Romagna, sulle iniziative di solidarietà, sui riferimenti dei conti correnti presso i quali manifestare la propria vicinanza a chi è stato interessato in modo più pesante da questo terribile evento.

Sono già stati stanziati 2 milioni di euro all’emergenza terremoto dal consiglio regionale dell’Emilia Romagna. Si tratta di fondi derivati dai risparmi ottenuti tagliando le indennità dei consiglieri eletti e riducendo i costi di funzionamento dell’Assemblea.

Come Regione Emilia-Romagna è stato aperto un conto corrente per aiutare le persone più in difficoltà. Per i privati le possibilità sono le seguenti:

1) versamento sul c/c postale n. 367409 intestato a: Regione Emilia-Romagna – Presidente della Giunta Regionale – Viale Aldo Moro, 52 – 40127 Bologna;

2) bonifico bancario alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza – Bologna, IBAN coordinate bancarie internazionali: IT – 42 – I – 02008 – 02450 – 000003010203;

3) versamento diretto presso tutte le Agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda invece gli Enti pubblici, è previsto l’accreditamento sulla contabilità speciale n. 30864 accesa presso la Banca d’Italia – Sezione Tesoreria di Bologna.

In tutti i casi (privati ed Enti pubblici) il versamento dovrà essere accompagnato dalla causale: Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento