Comune, in 2 anni 748 mila euro all'associazione Elementi. Ma mancano i riscontri

La Commissione d'inchiesta amministrativa su Public Money ha rilevato anomalie nei contributi versati alla Onlus, fondata da Informobility e da Euromobility tra il 2005 e il 2007

"Dal 2005 al 2007 sono stati versati dal Comune a favore dell’associazione Elementi 748 mila euro -si legge in una nota del Comune. Una bella cifra che presenta alcuni elementi oscuri. Non convincono, infatti, i riscontri sulla rendicontazione dell’Associazione Elementi che la Commissione d’inchiesta amministrativa su Public Money ha rilevato. Ne hanno parlato in una conferenza stampa nel pomeriggio il presiedente Massimo Iotti ed il coordinatore della commissione stessa Marco Vagnozzi.
 
“Gli interrogativi sono molteplici – ha spiegato il consigliere Iotti – e risalgono alla costituzione dell’associazione Elementi: una onlus fondata da Informobility e da Euromobility. Il nostro tentativo è stato quello di fare chiarezza e non possiamo non evidenziare anomalie procedurali. Il lavoro della Commissione è partito dall’analisi degli incarichi e delle consulenza affidate dal Comune dal 2007 ad oggi. La Commissione nei prossimi mesi si concentrerà per verificarne la legittimità. Valuteremo anche le alienazioni a titolo oneroso che l’Amministrazione ha effettuato in favore di alcune sue società partecipate con particolare riferimento all’ex mercato bestiame e all’ex macello in cui sono state coinvolte le società Cal e Alfa e che presentano passaggi poco chiari come le stime degli immobili affidate a privati e non all’Ufficio Tecnico Erariale”.
 
Marco Vagnozzi si è soffermato sulla documentazione legata alla rendicontazione dell’Associazione Elementi. Una onlus creata per realizzare una rassegna internazionale di ampio respiro e nell’arco di più annualità, poi ridotta a 5 giorni, con finanziamenti cospicui assegnati anche dal Ministero. “L’unico atto amministrativo collegiale relativo all’associazione Elementi risale al 2004, una delibera di Giunta, con sindaco Ubaldi e assessore alla viabilità Vignali. Diverse le determine dirigenziali che fanno riferimento a questa vicenda. Nell maggio del 2007, dopo le elezioni, il presidente della stessa associazione, Carlo Iacovini, fu assunto dal nuovo sindaco Vignali. L’Associazione fu sciolta nel 2010”.
 
Quello che maggiormente inquieta è legato al fatto che le spese autorizzate con determine dirigenziali non presentano riscontri effettivi all’interno del Comune. “Abbiamo ricostruito situazioni dubbie – ha precisato Iotti – e consegnato la documentazione alla Guardia di Finanza”. “I lavori della commissione – ha concluso Marco Vagnozzi – continueranno fino alla predisposizione di una relazione che verrà presentata in Consiglio Comunale, come previsto dal regolamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento