Dipendente fa causa per mobbing: il Comune le deve 60mila euro

Il danno patrimoniale è rilevante probabilmente perché si parla di un periodo molto lungo di lavoro - dal 2001 al 2008 - in cui E.A.M. sarebbe stata oggetto di mobbing per trasferimenti illegittimi

Il Comune dovrà pagare 60mila euro a una delle sue dipendenti che ha fatto causa all'ente per demansionamento. La sentenza di primo grado del tribunale è arrivata a gennaio di quest'anno e il risarcimento ad E.A.M. - queste le iniziali della donna - dovrà essere saldato subito perché l'istanza di sospensione del pagamento chiesta dal Comune, in attesa del secondo grado di giudizio, è stata dichiarata dal giudice "improcedibile".

Il Consiglio comunale, quindi, sarà chiamato a votare un debito fuori bilancio di 60mila euro e per questo oggi pomeriggio si sono riunite le commissioni "Bilancio" e "Personale". Nel corso della seduta, però, è stato spiegato che i fondi necessari per coprire la somma richiesta sono presenti nello stesso capitolo di spesa.

Il danno patrimoniale, come ha spiegato la dirigente al Personale Milena Ferrari, è rilevante probabilmente perché si parla di un periodo molto lungo di lavoro - dal 2001 al 2008 - in cui E.A.M. sarebbe stata oggetto di mobbing per trasferimenti illegittimi in categorie inferiori a quella in cui è inquadrata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda le responsabilità di questa vicenda la dottoressa Ferrari è stata chiara: in vicende di questo tipo la Corte dei conti si attiva sempre per stabilire se il danno all'erario debba essere risarcito con azioni di responsabilità. Nel caso in questione i provvedimenti che hanno comportato il demansionamento della dipendente sono stati tutti firmati da un dirigente che presto potrebbe dover rispondere del proprio operato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento