Cronaca Centro / Piazza Giuseppe Garibaldi

Comune, dipendenti agitati. Ciclosi: "Nessun licenziamento"

I sindacati e i lavoratori hanno proclamato lo stato di agitazione per chiedere risposte sul piano occupazionale. Il commissario ha risposto che saranno tagliate spese inutili e consulenze esterne

Mario Ciclosi

I sindacati confederali di categoria del pubblico impiego FP CGIL, FP CISL e UIL FPL, unitamente alla RSU del Comune di Parma, hanno proclamato lo stato di agitazione di tutto il personale del Comune di Parma e richiesto una convocazione urgente da parte dell’Amministrazione con la presenza del Commissario straordinario Mario Ciclosi.

"In assenza di un interlocutore costante sui temi della gestione del personale . si legge in una nota dei sindacati- dopo aver in diverse occasioni richiesto incontri, più volte rinviati o sospesi all’ultimo momento, e dopo le ultime notizie sulle centinaia di dipendenti a rischio, sindacati e lavoratori chiedono finalmente risposte certe sul piano occupazionale, il confronto sulla Macrostruttura e le Microstrutture, i fondi contrattuali, il ruolo delle società partecipate del Comune e il rapporto con le funzione dell’Amministrazione comunale. L’incontro si sta svolgendo in queste pre. FP CGIL, FP CISL, UIL FPL e la RSU del Comune auspicano di poter finalmente avere quei riscontri che finora non hanno mai ricevuto se non attraverso i media locali".

Intanto, il commissario Ciclosi, in attesa dell'incontro con i sindacati, ha tenuto a precisare che non ha intenzione di licenziare nessuno e che il suo compito è quello di razionalizzare la macchina amministrativa del Comune. Obiettivi principali sono l'eliminazione delle spese inutili e il taglio delle consulenze esterne.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, dipendenti agitati. Ciclosi: "Nessun licenziamento"

ParmaToday è in caricamento