Cronaca

Dipendenti del Comune, fumata nera: verso il blocco straordinari

I sindacati e la delegazione di parte pubblica non sono arrivati ad un accordo. Tagli ridotti di circa 30 mila euro. Lettera al prefetto per cercare di arrivare a una soluzione. A rischio i servizi a gennaio

Sauro Salati, segretario Funzione Pubblica Cgil

Dipendenti del Comune di Parma. La vertenza continua e rischia di avere ripercussioni sull'erogazione dei servizi ai cittadini all'inizio del prossimo anno. Dopo il mancato accordo scaturito dall'incontro di ieri, 19 dicembre, tra i sindacati e la delegazione di parte pubblica, i lavoratori hanno annunciato che, a partire dal mese di gennaio, metteranno in atto il blocco degli straordinari e delle flessibilità. Meno probabile, anche se non esclusa a priori, la possibilità dello sciopero dei dipendenti. Anche se i tagli proposti dall'amministrazione comunale si sono ridotti da 375 mila euro a 330 mila euro le Rsu non ci stanno. I lavoratori hanno anche inviato una lettera al prefetto per arrivare ad una conciliazione.

'BILANCIO SULLA PELLE DEI LAVORATORI'. "Le organizzazioni di categoria, pur consapevoli del difficile momento economico del Comune di Parma, non sono disponibili a vedersi dimezzato il fondo per la contrattazione decentrata di una quota cosi rilevante, anche alla luce dei diversi e profondi cambiamenti organizzativi in atto. La scelta di elaborare il bilancio sulla pelle del personale del Comune, mantenendo tuttavia inalterate diverse situazioni di privilegi economici nelle società partecipate, suona come uno sfregio per tutti coloro che hanno lavorato con grande impegno in un contesto di difficoltà oggettive e disagi durante la gestione Commissariale, che peraltro nel 2011 aveva deciso di mantenere inalterate le risorse del fondo decentrato.“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dipendenti del Comune, fumata nera: verso il blocco straordinari

ParmaToday è in caricamento