Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Comune, tagli da 375mila euro. "Bilancio sulla pelle dei lavoratori"

I sindacati contro la proposta dell'amministrazione per il fondo decentrato: "Si mantengono inalterate certe posizione di privilegi economici nelle società partecipate. E' uno sfregio per chi ha lavorato"

"Le segreterie provinciali di FP CGIL, FP CISL, UIL FPL, DICCAP SULPM, -si legge in una nota- congiuntamente alla RSU del Comune di Parma, vogliono esprimere la loro profonda preoccupazione per come si sta sviluppando la vertenza sul contratto decentrato del Comune di Parma. Nella giornata di lunedì si è svolto l'ennesimo incontro per definire la costituzione del fondo decentrato del Comune di Parma per l'anno 2012, la delegazione trattante di parte pubblica si è presentata al tavolo di confronto proponendo sostanzialmente una quota di risorse inferiore rispetto al 2011 di circa 375.000 euro.

Le organizzazioni di categoria, pur consapevoli del difficile momento economico del Comune di Parma, non sono disponibili a vedersi dimezzato il fondo per la contrattazione decentrata di una quota cosi rilevante, anche alla luce dei diversi e profondi cambiamenti organizzativi in atto. La scelta di elaborare il bilancio sulla pelle del personale del Comune, mantenendo tuttavia inalterate diverse situazioni di privilegi economici nelle società partecipate, suona come uno
sfregio per tutti coloro che hanno lavorato con grande impegno in un contesto di difficoltà oggettive e disagi durante la gestione Commissariale, che peraltro nel 2011 aveva deciso di mantenere inalterate le risorse del fondo decentrato.


Per questo motivo le Organizzazioni Sindacali di categoria unitamente alla RSU hanno promosso un'assemblea di tutto il personale del Comune per decidere le azioni da mettere in atto se l'Amministrazione, dopo l'incontro di Giunta e con i revisori in programma per giovedì 13 dicembre dovesse decidere di mantenere inalterati i tagli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, tagli da 375mila euro. "Bilancio sulla pelle dei lavoratori"

ParmaToday è in caricamento