Il Partito dei Comunisti Italiani aderisce allo sciopero del 6 settembre

"Lo sciopero é una prima, forte risposta all’iniqua manovra finanziaria del Governo che non propone progetti, obiettivi e interventi di crescita e sviluppo futuro del Paese"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il Partito dei Comunisti Italiani-Federazione della Sinistra di Parma aderisce alla giornata di sciopero e mobilitazione proclamata dalla Cgil per martedì 6 settembre.

Lo sciopero é una prima, forte risposta all’iniqua manovra finanziaria del Governo che non propone progetti, obiettivi e interventi di crescita e sviluppo futuro del Paese ma, al contrario, tagli e balzelli che peggioreranno le condizioni di vita e di lavoro, riversando sulle famiglie più povere  le conseguenze della crisi colpendo giovani, lavoratori, pensionati ed enti locali coma mai prima d'ora.

Lo sciopero generale del 6 settembre, inoltre, ad avviso dei Comunisti Italiani, non potrà che essere l’inizio di un percorso di lotta per costruire dal basso un altro modello economico per il Paese.

Torna su
ParmaToday è in caricamento