Concerto terremotati, Ghiretti: "In beneficenza 639 euro su 4.500?"

Polemica del consigliere sul concerto 'Musicisti per l'Emilia' del 20 giugno. "Alla Fondazione Andreoli solo le briciole. Se così fosse non si tratterebbe di beneficenza ma di carità pelosa. Pizzarotti renda conto dell'esito del concerto"

"Parma Unita -dichiara Roberto Ghiretti- ha raccolto voci e documenti sconcertanti sull'esito del concerto benefico pro- terremotati tenutosi al teatro Regio il 20 giugno scorso. Sembra che al beneficiario (la Fondazione Andreoli che gestisce scuole di musica nei 9 comuni modenesi colpiti dal terremoto) siano andati 639,74 euro a fronte di un incasso di oltre 4.500 euro. Tra l'altro non è chiaro se, a sei mesi di distanza dall'evento, questa somma sia stata versata alla Fondazione modenese.

Il concerto fu denominato “Musicisti per l'Emilia” e fu organizzato – gratuitamente – dall'Orchestra Teatro Regio e presentato in conferenza stampa dal sindaco Pizzarotti e dall'allora sovrintendente Meli. Accorsero 50 musicisti da tutta Italia che offrirono – gratuitamente – la loro prestazione. L'elenco dei musicisti e altri dettagli dell'evento sono consultabili sul sito www.teatroregioparma.org/eventi/emilia.htm.

A quanto pare nell'ottobre scorso la Fondazione Andreoli scrisse una lettera per chiedere l'esito dell'evento e se, come promesso, potesse ricevere in beneficenza i fondi raccolti, per integrare le borse di studio dedicate agli allievi residenti nelle zone colpite dal terremoto. Un mese dopo (!) dal Teatro Regio sarebbe giunta la risposta indicando in 639,74 euro la cifra destinata in beneficenza, poiché dal ricavato di oltre 4.500 euro erano stati tolti i costi “vivi” sostenuti dal Teatro Regio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se così fossero le cose verrebbe da dire che questa non è beneficenza ma carità pelosa. Comprendiamo che le casse del Teatro Regio siano vuote ma, allora, non ci si presta a sostenere un evento benefico, mettendosi in bella mostra e poi tenendosi quasi tutto l'incasso (e lasciando inoltre
trascorrere sei mesi prima di versare le briciole) con la scusa delle spese vive, quando, solo per dirne una, sono venuti a Parma orchestrali da tutta Italia senza alcun rimborso. Chiedo al sindaco Pizzarotti, che è anche presidente della Fondazione Teatro Regio, di rendere conto dell'esito del concerto benefico “Musicisti per l'Emilia” del 20 giugno scorso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento