rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
IL CASO

Confconsumatori: "Enel resituisca agli utenti quanto contestato"

Centinaia di famiglie con bollette quadruplicate. L'associazione si rivolge all'azienda: "Restituisca ad ogni utente quanto contestato"

Confconsumatori ha chiesto - ai sensi dell’articolo 10 del regolamento Agcm, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato - di intervenire nel procedimento avviato a carico di Enel Energia per il mancato recapito agli utenti delle condizioni economiche di rinnovo dei contratti di gas e luce.

IL CASO – L’associazione infatti ha ricevuto, tramite i suoi sportelli territoriali e online, oltre 500 famiglie alle prese con bollette energetiche quadruplicate che lamentano l’impennata improvvisa dei costi. Nella richiesta di intervento Confconsumatori ha proposto all’Autorità per la concorrenza e il mercato di ampliare l’indagine anche relativamente alla mancata consegna delle lettere che l’azienda asserisce di aver inviato per posta ordinaria ma mai ricevute dai cittadini, sia in relazioni ai rinnovi contrattuali che alla variazione unilaterale dei costi di energia e gas.

LA TUTELA – Confconsumatori, tramite il presidente nazionale Marco Festelli e la responsabile di settore Carmen Agnello, invita tutti coloro che lamentano casi simili a rivolgersi all’associazione mediante gli sportelli territoriali (https://www.confconsumatori.it/gli-sportelli-di-confconsumatori/) oppure allo sportello online (https://www.confconsumatori.it/spiegaci-il-tuo-problema/per valutare ogni ulteriore iniziativa sia dinanzi all’Antitrust che dinanzi alla giustizia ordinaria. Confconsumatori confida comunque che Enel Energia, azienda che fornisce un servizio essenziale alla collettività, voglia rivalutare la propria posizione e restituire spontaneamente ad ogni singolo utente quanto viene contestato, rammentando l’inevitabile funzione sociale che un simile colosso non può non esercitare rispetto ai consumatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confconsumatori: "Enel resituisca agli utenti quanto contestato"

ParmaToday è in caricamento