menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Comandante della Municipale Noè durante il Consiglio

Il Comandante della Municipale Noè durante il Consiglio

Consiglio sull'alluvione. Ghiretti: 'Iren forse ridurrà le bollette? Sono allibito"

Consiglio Comunale monotematico sull'alluvione che ha sconvolto la città di Parma il 13 ottobre, l'esondazione del torrente Baganza che ha sommerso una parte della città. Dall'Olio: 'Sono stati i cittadini a segnalare alla Municipale la necessità di chiudere i ponti'. Il sindaco Pizzarotti: "Spero che la giornata di oggi non si spenda nel solito battibecco polemico". Tutti d'accordo sul fatto che l'evento era inaspettato ma i cittadini del Montanara, presenti nel pubblico, non sono d'accordo

Consiglio Comunale monotematico sull'alluvione che ha sconvolto la città di Parma il 13 ottobre, con l'esondazione del torrente Baganza che ha sommerso una parte della città, provocato danni per migliaia di euro, suscitato polemiche per la gestione dell'emergenza da parte degli Enti preposti e delle autorità ma anche stimolato la collaborazione dei cittadini, giovani e anziani, che hanno lavorato collettivamente giorno dopo giorno, anche senza l'aiuto delle Istituzioni. In forte ritardo sulla tabella di marcia oggi i consiglieri si parleranno faccia a faccia, dopo le aspre polemiche sui media e i botta e risposta a cui abbiamo assistito nell'ultimo mese e mezzo. 

LA CRONACA

Il consigliere Ghiretti: "Sono allibito dal comportamento di Iren che dice che forse valuterà di ridurre le bollette dell'acqua per chi ha utilizzato l'utenza dopo l'alluvione visto che il nuovo Amministratore Delegato prenderà uno stipendio di 900 mila euro all'anno e dalle parole del Comandante Noè che ha detto di aver dato la priorità a garantire l'uscita dei bambini dalle scuole rispetto al mettere in sicurezza le strade e i ponti". 

Il consigliere Dall'Olio: "Ho ascoltato le parole del Comandante Noè ma a noi risulta un'altra ricostruzione rispetto alla chiusura dei Ponti, che sarebbero stati chiusi sì dalla Municipale ma su stimolo di alcuni cittadini". 

Il consigliere Buzzi: "Mi sembra che uno degli elementi sia stata la gestione delle Casse di Espansione del torrente Parma. Chiedocome è avvenuta in effetti questa gestione, quanto era la portata del torrente Parma quando è avvenuta l'esondazione

Il consigliere Savani: "Si poteva fare qualcosa dalle ore 9 alle ore 15 del 13 ottobre e con quali priorità?". Il Comandante Noè ribadisce in un intervento che "i ponti sono stati chiusi dalla Polizia Municipale". 

Tutti gli interventi iniziali sembrano concordi nel ritenere che l'alluvione non era prevedibile. Ma dal pubblico cominciano a sollevarsi alcune voci da parte dei residenti del quartiere Montanara, colpito dall'esondazione del Baganza. 

Il dottor Alberto Bonora di Iren: "Questa emergenza passerà alla storia come la prima in era moderna che si è verificata in assenza assoluta di comunicazioni. In parte questo è stato mitigato dalla possibilità di mitigare. Sono state 140 la cabine che sono andate fuori servizio, già nella serata del 13 un centinaio di queste sono state rialimentate dalla centrale di controllo: 13 erano state invase anche dal fango e sono state rimesse in servizio la mattina del 14 ottobre. Due di queste non sono state rialimentate in tempi brevi, quella delle Piccole Figlie e della Telecom. Sono stati impegnati 120 tecnici dalla mattina alla notte. Abbiamo raccolto 700 tonnellate di fango nelle strade e nei cortili". 

meuccio-berselli-consiglio-3

Ore 15.35. Intervento del Comandante dei Vigili Urbani Gaetano Noè: "Il ponte Navetta è stato chiuso con celerità, prima che la furia del Baganza lo distruggesse. E' stato effettuato un monitoraggio a vista, ho potuto vedere gli atti eroici di alcuni agenti perchè oltre ad aver bloccato le vie di accesso al ponte, hanno anche successivamente portato in salvo in modo eroico delle vite umane. Non abbiamo avuto il sacrifico di vite umane anche a questa opera tempestiva e a questi atti eroici". 

Ore 15.30. Pizzarotti ringrazia le persone delle Istituzioni, degli Enti presenti oggi in Consiglio Comunale. "Vorrei ringraziare, oltre ai volontari spontanei, oltre a quelli della Protezione Civile, penso che parlarne oggi sia un'occasione per cercare di rispondere ai quesiti usciti in questi giorni. E' fondamentale iniziare una fase di riduzione del rischio per cercare di tranquilizzare i cittadini rispetto alle allerte maltempo". Il sindaco comunica che si assenterà perchè in contemporanea c'è l'evento per l'Expo 2015. "Spero che la giornata di oggi non si spenda nel solito battibecco polemico, spero che oggi venga rafforzata la richiesta di aiuto al Governo" 

Ore 15.15. Inizia il Consiglio Comunale. l'assessore al Bilancio Marco Ferretti presenta la delibera relativa ad 'Interventi di somma urgenza ai sensi dell’art. 176 D.P.R. n. 207/2010 per lavori effettuati a seguito della esondazione del torrente Baganza e del torrente Parma in data 13 ottobre 2014. Riconoscimento legittimità debiti fuori Bilancio per euro 465.838,74'. Approvata all'unanimità.

Oggi pomeriggio all'interno del Consiglio non si faranno né comunicazioni urgenti alla Giunta né interpellanze o interrogazioni. Alle ore 15 il Segretario Generale procederà con l’appello nominale e di seguito verrà discussa e votata la PD/3381/2014 – Interventi di somma urgenza ai sensi dell’art. 176 D.P.R. n. 207/2010 per lavori effettuati a seguito della esondazione del torrente Baganza e del torrente Parma in data 13 ottobre 2014. Riconoscimento legittimità debiti fuori Bilancio per euro 465.838,74. Dopodiché inizierà la discussione sul tema dell’alluvione. In sede di Conferenza dei Capigruppo è stato deciso di lasciare lo spazio per gli interventi per un massimo di un’ora/un’ora e mezza circa, 5 minuti ciascuno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento