Nomina Cattabiani, Ambra: "Controversia per il sistema di attribuzione del seggio"

Biagio Ambra si esprime a seguito della nomina di Franco Cattabiani a consigliere comunale al posto di Ubaldi: "Il Comune nel giro di una settimana mi ha nominato e poi inviato la sospensione"

A pochi giorni dall'insediamento di Franco Cattabiani come consigliere comunale al posto dell'ex sindaco Elvio Ubaldi, Biagio Ambra rompe il silenzio e convoca una conferenza stampa per chiedere chiarezza sulla vicenda. Un caso complesso sul quale Ambra intende fare luce mostrando, documenti alla mano, quanto messo in atto dal Comune di Parma con il conferimento della nomina prima, e la successiva sospensione poi, nel giro di appena una settimana. Risale al 3 ottobre scorso la comunicazione ufficiale del Comune di Parma con la nomina a consigliere comunale di Biagio Ambra. A distanza di pochi giorni arriva poi una comunicazione informale da parte di un tecnico del Comune che preannuncia quanto reso noto formalmente l'8 ottobre: la sospensione del provvedimento di nomina a causa di una serie di verifiche in corso. Arriva anche il parere della Prefettura di Parma, che indica il subentro di Franco Cattabiani come consigliere comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una situazione ancora pendente e tutta da verificare, sottolinea Biagio Ambra con il suo legale Bernardo Antonio Rognetta, che formula ogni più ampia riserva a tutela dei diritti e degli interessi del suo assistito. "Un caso unico - commenta Ambra - nel quale il Comune è riuscito in appena una settimana a formalizzare un incarico e a nominare poi un altro soggetto. Non sono ancora stato contattato per avere la possibilità di un contraddittorio. Siamo di fronte a una controversia nata dal sistema di attribuzione del seggio, una discrasia tra quanto inizialmente dichiarato dal Comune e quanto poi reso noto a seguito del parere della Prefettura". Ora l'attesa è per il parere di tecnici e professionisti chiamati a effettuare le valutazioni del caso, per poter fare finalmente chiarezza sulla vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Sindaci: eletti Fiazza a Fontevivo, Boraschi a Palanzano, Canepari a Pellegrino, Restiani a Varano e Concari a Soragna

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento