Caos in Consiglio: l'opposizione lascia l'aula. "Pizzarotti, basta insulti"

La maggioranza prosegue da sola e approva le delibere, la prima all'unanimità. Ettore Manno parla per la minoranza: "Non ci sono più le condizioni per restare, basta agli insulti e ai vilipendi di Pizzarotti"

Torna a riunirsi il Consiglio Comunale. Quella di oggi è una seduta particolarmente attesa per gli ultimi avvenimenti che hanno riguardato le dimissioni dell'assessore al Bilancio, Gino Capelli, e la denuncia da parte del Pcl dell'ultizzo di auto di servizio per fini personali da parte della comandante della Poizia municipale, Patrizia Verrusio. Tra le delibere, invece, sarà in discussione il riconoscimento dei debiti fuori bilancio della passata amministrazione: quello per la realizzazione del progetto di riqualificazione del Torrione del ponte Verdi e quello per la realizzazione del progetto della "Via Emilia bis

Ore 17.44. L'emendamento di Ettore Manno, non presente in aula, viene bocciato. Approvata la delibera sull'adesione del Comune alla rete Ready. Si discute della delibera per l'adesione del Comune di Parma alla rete contro le discriminazioni per orientamento sessuale. Emendamento di Manno, uscito dall'aula, che impegna l'amministrazione a stanziare dei fondi nel bilancio del corrente anno per l'iniziativa. Bosi: "Lasciando stare il fatto che ha presentato l'emendamento e se ne è andato loro se se fregherebbero invece noi ne discutiamo". 

Pizzarotti e Bosi pubblicano le foto dei banchi vuoti dell'opposizione su Instangram e su Facebook commentando: "Questa è la voglia e la capacità di dialogo della nostra minoranza, aldilà di tante parole e proclami. Il Consiglio deve essere un luogo dove lavoriamo per i cittadini e non per fare polemiche buone solo per la campagna elettorale" e  "Questo è il concetto di opposizione della minoranza. Ricordatevelo alle prossime comunali". 

Ore 17.45. Delibera sulla via Emilia bis. 93mila euro più iva da riconoscere come debito fuori bilancio per la progettazione della via Emilia bis. Delorenzi: "In imbarazzo a votare questa delibera. Secondo me è un regalo che ci troviamo a dover gestire risale all'amministrazione Ubaldi, sette anni fa. Gli interventi della maggioranza, unici rimasti in aula, mettono in dubbio la correttezza dei comportamenti istituzionali del passato ma confermano la legittimità di votare a favore della delibera. Passa con 16 votanti su 17, una persona non ha partecipato al voto. 

Ore 17.35. La maggioranza presenta e approva all'unanimità e da sola la prima delibera sul riconoscimento del debito fuori bilancio per l'incarico a un ingegnere per la progettazione relativa al Torrione Verdi 

Ore 17.30. LA REPLICA DI BOSI. "I cittadini ci votano per rimanere in aula e portare avanti le nostre idee - ha replicato dai banchi della maggioranza a 5 Stelle Marco Bosi - Chi va via ha sempre torto"

La minoranza abbandona l'aula consigliare per protesta. La maggioranza resta da sola in Consiglio e inizia a discutere della parte deliberativa. Il consigliere Ettore Manno ha comunicato la decisione dell'opposizione: "Oggi decidiamo di abbandonare l'aula consigliare perchè non possiamo più accettare i vilipendi e gli insulti del sindaco Pizzarotti all'opposizione. Anche nei periodi più bui della storia politica italiana non si era arrivati a tanto. Oggi abbandoniamo l'aula per protesta perchè non ci sono più le condizioni per restare". 

Ore 17.00 - Comunicazioni urgenti

Il consigliere Bizzi chiede un incontro con i familiari dei centri disabili.

Interviene Ghiretti in merito alle notizie riguardanti il comandante della polizia municipale che ogni mattina viene trasportata da un auto civetta e da autista dalla stazione al comando: "E' grave che l'Amministrazione invece di aprire inchiesta sostenga che il comandante è sempre in servizio. Credo che lo stipendio del comandante possa permetterle di prendere un taxi o l'autobus come facciamo tutti".

Ore 16.15 - Comunicazioni del Sindaco sulle nomine del presidente Tep Mirko Rubini, per il cda del Gec è stato nominato Antonio Corvo e per la Fondazione Toscanini insieme alla Provincia è stato nominato Vittorio Gallese. "Per l'assessore Capelli è stato comunicato ieri ufficialmente che sarà sostituito dal ricercatore Marco Ferretti. Questo permetterà di rafforzare anche i rapporti con l'Università completamente trascurati dalle precedenti amministrazioni. Lo dico anche per rispondere alle strumentalizzazioni politiche". Il clima si accende sulla replica del consigliere Dall'Olio: "Non c'è ancora il passaggio definitivo e non si sa quando avverrà e Ferretti è una persona vicina alla vecchia amministrazione quindi forse si pagheranno i debiti pregressi". Il sindaco "applaude" e Dall'Olio viene attaccato anche dai consiglieri di maggioranza.
Il presidente del consiglio, Vagnozzi, riporta l'ordine e Dall'Olio continua: "Ogni critica viene presa come atto di lesa maestà, ve la prendete con i giornalisti e non accettate le critiche. Non capisco come possiate pensare che non ci sia niente da dire sul fatto che un assessore si dimette sopo un anno di mandato, voi avete deciso così e allora non c'è niente da replicare". Ghiretti torna sulle domande rivolte al Sindaco sulle dimissioni di Capelli.
Interviene il sindaco Pizzarotti dopo alcuni commenti di maggioranza e minoranza sulle dimisisoni di Capelli: "E' uno spettacolo indecoroso per i cittadini che non vogliono gossip e insinuazioni da voi che sono 40 anni che cercate solo di fare carriera politica". Ghiretti: "Sono stanco di questo atteggiamento ogni volta che un consigliere di minoranza prende la parola".

Ore 15.15 - Inizia il Consiglio comunale.

Prima interrogazione del consigliere del Pd, Nicola Dall'Olio sulle aree di servizio dismesse in Tangenziale nord tra via Europa e via San Leonardo: "Potrebbero essere destinate a uso agricolo o riconvertite ad aree verdi". Risponde l'assessore all'Ambiante, Gabriele Folli: "La chiusura degli impianti risale a 5 anni fa quando è stato negato il rinnovo dell'autorizzazione e la chiusura è definitiva. Sarà l'Agip a dover ripristinare l'area dismessa".

Seconda interrogazione del consigliere del Pd, Maurizio Vescovi sul futuro del Servizio di "stimolazione cognitiva" presso il Consultorio per la Diagnosi e Cura dei disturbi cognitivi in via del Campo: "Il Comune aveva fornito i locali e due operatrici esperte; una delle due sarà a risposo in ferie fino al pensionamento, guidava 4 gruppi di 50 persone affette da disturbi lievi. Chiedo quale sarà il futuro per gli operatori e per il centro?”Risponde l'assessore al Welfare, Laura Rossi: "Le attività sono di competanza dell'Ausl, finora il Comune è intervenuto in modo improrio quindi se ne occuperà l'Ausl".

Terza interrogazione del consigliere Giuseppe Pellacini sull’indizione procedura selettiva per 2 posti di Funzionario tecnico-educativo. Risponde il sindaco, Federico Pizzatotti: "E' un bando di gara diverso, uno era per operatori da 0 a 3 anni e l’altro dai 3 ai 6, per questo è necessario un nuovo bando. Si spenderanno solo 800 euro per l'affitto delle sale".

Quarta interrogazione del consigliere Dall'Olio sulla manutenzione di luci semafori e lampioni stradali e sull'avanzamento del progetto "smart greed". Risponde l'assessore all'Urbanistica, Michele Alinovi: "I termini contrattuali vigenti per l'illuminazione pubblica sono stati rivisti con Iren e la transazione ha permesso di ridurre le spese da 5 milioni 836 mila euro a 3 milioni 920 mila euro. La multa per il mancato intervento in caso di guasti ammonta a 500 euro. Si valuta inoltre l'ipotesi di sostituire tutte le luci attuali con led".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quinta interrogazione del consigliere di Parma Unita, Roberto Ghiretti sul degrado della città: "Questa interrogazione è frutto dell'iniziativa di ascolto dei cittadini lanciata lo scorso 13 giugno. Sono circa 25 le segnalazioni ricevute: strada Repubblica dissestata, il parco Primo maggio, la Cittadella, piazzale Corridoni, via Emilio Casa dove è scomparso il marciapiede per i ponteggi, il parco di via Pini e infine in via Saffi ci sono buche pericolose. Sono stati presi provvedimenti o verrannno presi per i problemi evidenziati?". Risponde l'assessore Alinovi: "Abbiamo investito 60 mila euro per la riparazione di giochi bimbi, mentre 200 mila euro sono previsti per una squadra antidegrado che elimini graffiti e sistemi i giochi bimbi ecc. Non ci sono invece nuovi interventi per strada Repubblica che è in buone condizioni; l'amministrazione medita di investire 500 mila euro sulla Cittadella invece che sull' ex Ostello a cui erano destinati. Anche in piazzale Corridoni sono previsti interventi alla fine di luglio, in via Emilio Casa è per metà una strada privata quindi sono stati montati ponteggi senza chiedere autorizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento