Consiglio comunale in corso tra le proteste: approvata la Tasi

Questo pomeriggio arriva sui banchi del Consiglio il nuovo regolamento "Movida", le modifiche all'imposta di soggiorno e la Tasi. In coda, invece, il voto sui bilanci delle partecipate Ade e It City

Nuova seduta del Consiglio comunale, questo pomeriggio torna a riunirsi il parlamentino cittadino e sui banchi dei consiglieri arriva il nuovo regolamento "Movida". Dopo la discussione in commissione il testo è stato modificato in alcune sue parti poco chiare e oggi dovrebbe essere definitivamente approvato.  Tra le altre delibere verrà votata anche quella sulle modifiche all'imposta di soggiorno e la Tasi. In coda, invece, il voto sui bilanci delle partecipate Ade e It City. Nella prima parte della seduta, invece, spazio alle interrogazioni: da quella del consigliere di Parma Unita Roberto Ghiretti in merito alle iniziative da realizzare in concomitanza con Expo 2015, a quella dei consiglieri del Pd Nicola Dall'Olio e Volta sull'emergenza abitativa. 

Parte deliberativa

Viene presentata l'ultima delibera in discussione, quella sul bilancio e piano industriale di It City. L'amministratore Agostini: "Chiusura positiva del Bilancio con un utile di 125 mila euro e l'azzeramento del debito, con un residuo di 200 mila euro. Il piano industriale è conforme a quanto stabilito in precedenza inoltre c'è ancora la possibilità di accedere ai fondi ex metro". Maria Teresa Guarnieri (Altra politica): "Pensavo che il piano industriale potesse andare un po' oltre, è stato fatto poco. Questa società così al fiato cortissimo e dobbiamo fare qualcosa altrimenti tra un po' ci chiederemo cosa farcene di It City. Mi astengo dal voto". Giuseppe Bizzi (Pd): "Non si capisce quale fase si voglia aprire perché finché ci sono i fondi ex metro regge ma oltre no. Quindi credo che si debba valutare il futuro di questa società e se l'internalizzazione dei servizi non è possibile per il blocco delle assunzioni allora va considerata l'ipotesi di chiudere la società". Bilancio e piano industriale di It City vengono approvati con 18 voti favorevoli e 4 astenuti.

Accorpate le delibere in merito al bilancio e al piano industriale di Ade spa e It City. Per quanto riguarda Ade spa: "Il bilancio al 31 dicembre 2013 - spiega l'amministratore Costantini - si chiude un utile 426 mila euro i ricavi sono in diminuzione ma era previsto nel piano industriale dell'anno precedente. Ricavi minori per diversi motivi, uno di questi è l'aumento delle cremazioni che va a discapito delle tumulazioni e ha un costo minore rispetto a quest'ultima. In merito agli interventi strutturali servirebbe una manutenzione che solo sui tetti costerebbe di 4 milioni e mezzo di euro di cui non abbiamo tenuto conto nel piano industriale, ma che va considerata". Interviene il consigliere di Parma Unita Roberto Ghiretti: "Un utile alto e ottimi gli investimenti, ma dobbiamo anche prestare attenzione a investimenti di civiltà su cose come i gabinetti della Villetta che al momento sono ignobili". Maurizio Vescovi (Pd): "Ricordo la necessità di rispondere alla comunità islamica riguardo alla richiesta di cimitero islamico che la stessa comunità ha individuato in un'area al di fuori delle mura del cimitero di Valera. Inoltre la comunità ha comunicato che si sarebbe carico delle spese di costruzione". Il Movimento 5 stelle presenta un emendamento alla delibera: "Si tratta di una mozione - spiega Fornari - che avevamo già presentato per il cimitero degli animali, pensiamo che questa possa essere l'occasione per inserire nel piano industriale la possibilità di fare studi sulla fattibilità della realizzazione di questi cimiteri". Il consigliere del Pd, Massimo Iotti: "Condivido, ma chiedo che questo non vada a gravare sulle tasse del Comune". Interviene l'assessore alla Cultura Laura Ferraris: "Il cimitero di sepoltura islamico era previsto per il 2014 ma non è stato inserito nel piano industriale perché la ripartizione dei costi è in sospeso dal momento che la comunità si farebbe carico dei costi di costruzione. Sui servizi igienici c'è una tipologia di servizi diversi, ma si cercherà di ovviare con una complementarietà di servizi perché l'esclusiva sul bagno turco o quello classico non andrebbero bene". Botta e risposta con Ghiretti che commenta: "Chi usa i bagni turchi? Nessuno". Ribatte l'assessore Ferraris: "Per ragioni di tipo igienico sono istituiti più spesso quelli turchi". La delibera passa all'unanimità

Vengono rimandate le delibere sul regolamento "movida" e sull'imposta di soggiorno. Si procede con il riconoscimento fuori bilancio. Illustra la delibera il sindaco Pizzarotti: "Si tratta di un debito che arriva da una sentenza del tribunale. I passaggi: nel 2005 è stata rilevata un irregolarità sul pagamento dei diritti di rogito all’ex vice segretario generale Papotti per 70 mila euro per gli anni 2002-2003-2004. Il Comune ha fatto ricorso ma è stato respinto e il dott. Papotti ha chiesto anche gli interessi per gli anni 2005-2006, circa 23 mila euro". Massimo Iotti (Pd): "Vicenda oscura, interrompiamo il ricorso in Appello perché comporta ulteriori costi". Il sindaco: "Il tema di quando si va avanti e quando no nella causa è affidato al revisore dei conti che valuta se è possibile la transazione". La delibera passa con 22 voti favorevoli e 6 astenuti.

Il Consiglio viene sospeso per 10 minuti per la Capigruppo

L'assessore al Bilancio Marco Ferretti espone la delibera sulle modalità di pagamento della Tasi. La seduta riprende dopo il passaggio del Giro d'Italia. Dopo la bocciatura degli emendamenti del Pd e l'approvazione di quello del M5s, per far pagare la Tasi sugli immobili costruiti e destinati alla vendita, interviene il consigliere del Pd Massimo Iotti: "Non condivido il meccanismo di calcolo, spero che a breve un Governo vada a riordinare la materia. Sfido qualsiasi cittadino a capirci qualcosa. Siamo in una fase di profonde incertezze mentre gli enti locali dovrebbero avere certezze assolute. Alcuni dei passaggi e alcune applicazioni non ci trovano convinti, abbiamo presentato due emendamenti e quello del consigliere Volta poteva essere accolto perché 30 euro all'anno di detrazione a figlio sarebbe stato un segnale. Noi saremo attenti affinché questa applicazione venga attuata al meglio, ma sia chiaro che stiamo facendo una forzatura per dare certezza al bilancio. Il nostro voto è contrario". Anche per Roberto Ghiretti, di Parma Unita, voto contrario. Interviene anche Giuseppe Pellacini (Udc): "E' una delibera che non tiene conto dei carichi familiari, avevamo una possibilità ma è stata bocciata quindi non voto questa delibera". Anche Maria Teresa Guarnieri (Altra politica) non voterà la delibera. Interviene il capogruppo del M5s Marco Bosi: "L'emendamento di Volta è stato bocciato per giudizio negativo dei dirigenti. Non è vero che non abbiamo tenuto conto dei figli e quando avremo maggiori entrate faremo le detrazioni. Qualcuno ha detto 'cosa penseranno i costruttori che hanno votato per voi?', io non ragiono su chi mi ha votato faccio qualcosa che è giusto e per gli interessi di tutti". La delibera passa con 19 sì e 8 voti contrari.
Nel corso della discussione entrano in Consiglio i residenti dell'Oltretorrente per protestare silenziosamente contro il degrado del quartiere e per chiedere maggiore sicurezza.

Ore 16 - Comunicazioni urgenti

Il consigliere Giuseppe Pellacini dell'Udc interviene in merito all'assemblea dei dipendenti comunali e chiede di dare parola al rappresentate sindacale presente in aula. Il presidente Marco Vagnozzi ricorda che per regolamento non è possibile. Pellacini critica la scelta e scatta l'applauso dei dipendenti presenti in aula. La lettera dei sindacati in risposta al sindaco.

Paolo Buzzi e Marco Bosi condannano l'aggressione ai danni di un esponente di Casa Pound avvenuta domenica di fronte all'Hub Cafè in piazzale Bertozzi. Bosi: "C’è parte politica che strumentalizza violenza per fare campagna elettorale e non interviene di fronte a episodi del genere, vorrei che i parlamentari si esprimessero su tutti i fatti di violenza". Si uniscono Ghiretti e Massimo Iotti che in risposta a Bosi afferma: "Prendiamo le distanze da quanto accaduto, ma episodi di spiacevoli si sono verificati anche in sede del Pd, non ho sentito su questo l'intervento di solidarietà Bosi".

Roberto Ghiretti (Parma unita) su Tep e commercianti dell'ex Temporary Station: "Tre dirigenti della Tep hanno dovuto cambiare il contratto di lavoro, si danno incarichi senza nessuna certificazione e abbiamo comprato un bus in più che è una spesa superflua. Un altro problema è quello dell'ex Temporary Station perché lì sono rimasti tre superstiti: tabaccaio edicolante e pizzaiolo, per cui c'è un rimpallo di responsabilità. Non credo sia giusto nei confronti dei commercianti". Risponde il sindaco Federico Pizzarotti: "Tutti i documenti che dovevano essere consegnati sono stati forniti, adesso è Rfi che deve completare i lavori nei locali in cui si devono spostare".

Ore 15 - Inizia il Consiglio comunale

La prima interrogazione è quella del consigliere di Parma unita Roberto Ghiretti in merito ai lavori di Iren in via Trento: "A poche settimane dall'inizio dei lavori vorrei sapere come si intende agire dal momento che la questione non è mai stata portata in Consiglio, ma è stata discussa solo al di fuori di questa sede". Risponde l'assessore al Commercio Cristiano Casa: "Abbiamo avuto due incontri con i commercianti, 12 gennaio e il 20 aprile, in cui abbiamo concordato tempi di interventi e sconti per gli esercenti potrebbero essere danneggiati dai lavori".

La seconda interrogazione è sempre a firma del consigliere Ghiretti in merito alle iniziative da realizzare in concomitanza dell'Expo 2015: "Nel 2010 era stato siglato un protocollo per la costituzione di una scuola di alta formazione, ma oggi quel protocollo non c'è più mentre uno molto simile è stato firmato con Bologna. Cosa si sta facendo ora per l'Expo?". Risponde l'assessore Casa: "Il Comune non ha dato seguito al protocollo sottoscritto a causa dei costi elevati che avrebbero creato un disavanzo di un milione di euro. C'è un gruppo di lavoro per l'Expo quindi i lavori procedono e la settimana scorsa abbiamo firmato un accordo con Explora". Anche dal punto di vista della Cultura l'assessore Laura Ferraris assicura che la città sarà presente.

Interrogazione del consigliere Pellacini sull'installazione di rilevatore fisso di velocità in via Baganzola che potrebbe costituire un valido deterrente per chi supera i limiti di velocità e per migliorare il livello di sicurezza. Risponde l'assessore alla Sicurezza Casa: "Strada Baganzola è una strada provinciale in cui per un tratto, quello urbano, non è possibile installare rilevatori di velocità, ma nel tratto extra urbano sì quindi abbiamo già inviato la richiesta al Prefetto".

Interrogazione dei consiglieri del Pd Dall'Olio e Volta sull'emergenza abitativa sfratti. Risponde l'assessore al Welfare Laura Rossi: "Il Comune metterà a disposizione gli agenti Ers e sono stati inseriti anche 16 monolocali dall’edilizia residenziale pubblica per le emergenze. I primi cantieri a essere chiusi saranno quelli di Vicofertile, mentre prosegue il progetto degli affitti garantiti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento