menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia, approvata la variante del Piano per le Attività Estrattive

Rinviata l’approvazione dell’accordo quadro fra la Provincia di Parma e quella di Piacenza per la gestione associata di funzioni e di servizi

Seduta rapida per il Consiglio provinciale nella mattina di lunedì 11 aprile. In apertura una comunicazione del Presidente Filippo Fritelli relativa al primo punto all’ordine del giorno e cioè all’accordo quadro tra la Provincia di Piacenza e la Provincia di Parma per la gestione associata di funzioni e di servizi e per la gestione coordinata di attività: il punto è stato rimandato poiché, dopo una riunione fra le due Province e le organizzazioni sindacali tenutosi venerdì 8 aprile nel Comune di Fidenza, è emersa la richiesta da parte dei sindacati di ulteriore verifica dell’accordo, nonostante la valutazione positiva del percorso. Le Province di Parma e di Piacenza hanno convenuto di permettere altre valutazioni in merito, con la richiesta che l’accordo possa essere sottoscritto entro la fine del mese di aprile. 

Il Consiglio è proseguito con l’illustrazione della variante specifica di aggiornamento del Piano Infraregionale delle Attività Estrattive (PIAE) della Provincia di Parma con valore di Variante generale al PAE del Comune di Parma, e con l’adozione della variante parziale al Piano Infraregionale delle Attività Estrattive (PIAE) della Provincia di Parma. Entrambe le delibere sono state adottate all'unanimità. 

Infine il Consiglio si è concluso con l’approvazione di un atto relativo al patrimonio e, in particolare, alle strutture in proprietà e in concessione. L’atto si è reso necessario poiché la Provincia, pur non avendo più competenze in materia turistica, detiene ancora il patrimonio utile per il turismo, così importante per l’economia del territorio. Le stazioni turistiche ancora patrimonio della Provincia stanno soffrendo della situazione di transizione istituzionale che interessa l’ente: e i tempi dell’ente non corrispondono a pieno alla possibilità di offrire di turismo di qualità. Da qui la possibilità, concessa ai gestori, con controllo e valutazione della spesa da parte della Provincia, di effettuare interventi di manutenzione straordinaria: i lavori dovranno essere richiesti per iscritto e preventivamente concordati con la Provincia, sulla base di apposita convenzione, nonché essere in regola con le normative vigenti in materia di lavori, di sicurezza e con le necessarie autorizzazioni rilasciate dagli organi competenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento