menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio, i consiglieri M5s rispondono alle opposizioni: "Vergognatevi, la deriva siete voi"

m5s: "La minoranza parla di deriva autoritaria senza sapere cosa dice, in quanto la decisione sull'atteggiamento della Giunta di uscire dalla sala consiliare è stata discussa ed approvata in una nostra riunione di maggioranza"

Dopo le polemiche per l'uscita della Giunta Pizzarotti dall'aula consigliare al momento della discussione della mozione con la richiesta di dimissioni dell'assessore Laura Rossi le opposizioni hanno redatto un comunicato congiunto, che contiene accuse rivolte al sindaco Pizzarotti e al comportamento tenuto in occasione della seduta consigliare, parlando di "deriva autoritaria". Il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle risponde con una nota. "Rispondiamo, nostro malgrado, al comunicato congiunto dell’opposizione, anche se ci piacerebbe non perdere tempo su questi teatrini della politica, ma piuttosto confrontarci su come risolvere i problemi della città. La minoranza parla di deriva autoritaria senza sapere cosa dice, in quanto la decisione sull’atteggiamento della Giunta di uscire dalla sala consiliare è stata discussa ed approvata in una nostra riunione di maggioranza, anche se le deleghe sono in capo al Sindaco, a dimostrazione del rispetto reciproco che c’è tra maggioranza consiliare e Giunta.

"Della mozione non ne abbiamo nemmeno discusso, tanto è incondizionata in noi la fiducia nell’operato e nella persona dell’assessore Laura Rossi. Avete discusso del nulla per tre ore in Consiglio Comunale, sicuramente più proficuo sarebbe stato cogliere l’invito del Sindaco a confrontarsi sui temi, come i tagli del Governo che stanno mettendo in ginocchio la città. Potevamo discutere ad esempio di quel Governo a larghe intese a guida PD, che ha tagliato il 28% del fondo destinato alle persone non autosufficienti, nel silenzio assoluto! Di questo non avete detto niente, vero? Vi era sfuggita la notizia? Perché questa sì che meritava la mobilitazione generale, tutti uniti, senza slogan e bandiere! Invece no, e venite a chiedere a noi le dimissioni di un assessore che è obbligato a riorganizzare i servizi imposti dai tagli dello Stato! Siete voi a dovervi dimettere se siete coerenti, in quanto state rappresentando quel Governo che i soldi li ha tolti davvero al settore welfare, senza nessuna discussione, senza contestazione. Una legge che i vostri parlamentari hanno votato, compresi quelli di Parma, naturalmente! Vergognatevi ed abbiate il coraggio di dire ai cittadini la verità! Continuare a tirar dritto sulla polemica dimostra solo tutta la vostra debolezza, tutta la vostra inefficacia politica e la necessità di distrarre l’opinione pubblica dalla verità. Ma la città lo vede bene: da ormai tre anni votate compatti, Pd assieme a Forza Italia, Forza Italia assieme ai comunisti, e i comunisti assieme all’Udc, senza dimostrare alcuna differenza, ormai nel più completo sbaraglio e disordine politico. Un totale paradosso per i vostri elettori, che non ci capiscono più nulla. Questi “politici”  dell’opposizione non hanno a cuore nessuno fuorché loro stessi, la loro immagine, altro che i disabili, vogliono solo tornare a capo della città, per gestire il potere come hanno sempre fatto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento