menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porte aperte al Cap: 2015-2012 Come cambia l'agricoltura

Il rinnovato Consorzio Agrario di Parma proporrà nel prossimo week end (7 e 8 marzo) una due-giorni ricca di appuntamenti e una riflessione approfondita con esperti sull’intero comparto agricolo a Parma e in Italia

Il Consorzio Agrario di Parma si apre alla città e nel prossimo week end proporrà a tutta la cittadinanza una due-giorni dedicata al tradizionale “Porte Aperte” in una veste rinnovata e particolarmente ricca di iniziative. L’evento, che si svolgerà interamente presso la sede del Consorzio in Strada dei Mercati, consentirà ad addetti ai lavori e non, di scoprire da vicino le novità dell’agricoltura moderna, denominatore comune per tutte le eccellenze agroalimentari del nostro territorio che caratterizzano il meglio del Made in Italy. Saranno esposte oltre 100 macchine agricole. Sabato 7, a partire dalle ore 11, il Consorzio ha organizzato per tutti gli interessati un approfondimento di alto livello su un argomento vasto e complesso all’interno di un convegno dal titolo “2015-2020- Come cambia l’agricoltura”.

L’incontro inizierà con i saluti del neopresidente del CAP Giorgio Grenzi che farà una panoramica generale sul ruolo che l’ente si sta progressivamente riguadagnando ponendosi al centro del settore agricolo nell’intera provincia di Parma. Il direttore del Consorzio Ivan Cremonini introdurrà i temi legati all’applicazione delle nuove tecnologie entrando più direttamente anche sui molteplici servizi di agevolazione offerti dal CAP ai soci e a tutto mondo agricolo. Il fulcro del convegno vedrà la relazione dell’esperto di lungo corso Lorenzo Benvenuti, dottore in Agronomia e docente della Facoltà di Agraria all’Università di Padova; saranno trattati argomenti cari a chiunque si occupi di agricoltura a partire dai cosiddetti “secondi raccolti”, le opportunità migliori offerte oggi dalla meccanizzazione, lavorazioni ridotte e conservative, agricoltura di precisione, necessarie misure agroambientali, semina su sodo, cover crops greening.

Sempre sabato ai presenti sarà offerta una degustazione dei vini nuovi (vendemmia 2014) venduti presso tutte le agenzie CAP. Nell complesso un vero e proprio sguardo a 360° sull’attualità del comparto per fotografare fedelmente lo stato dell’arte nel nostro paese e in particolare nel nostro territorio, ma con n occhio rivolto alle contaminazioni esterne più positive. “Con questa importante iniziativa, forniremo il meglio delle offerte generali presenti oggi sul mercato agli imprenditori agricoli per consentirgli di incidere e migliorare la loro capacità di generare reddito in un periodo di crisi – ha sottolineato il presidente del Consorzio Agrario di Parma Grenzi - vorremmo al contempo aprirci a tutta la città e invitiamo chiunque voglia imparare a conoscere il nostro settore a farci visita sabato dalle 9 alle 17 e domenica Durante il Porte Aperte sarà attivo anche un servizio di ristorazione e vista la concomitanza con la Festa della donna il Consorzio domenica mattina regalerà a tutte le donne presenti una mimosa. Inoltre tutti coloro che nei giorni della fiera acquisteranno mezzi New Holland e Kuhn potranno beneficiare dell’offerta di pagamento a tasso-zero in tre anni

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento