Consorzio Parma Alimentare, quattro aziende parmensi al Riga Food

Il Consorzio Parma Alimentare e alcune aziende parmensi partecipano a Riga Food (4-7 settembre) e allo Speciality & Fine Food Fair di Londra (7-9 settembre). Nella capitale lettone il via ufficiale, replica a Londra

In questi primi giorni di settembre, la produzione agroalimentare Made in Parma, con il Consorzio Parma Alimentare, è grande protagonista in Europa: si è aperta il 4 sino al 7 la fiera alimentare più importante dei paesi baltici, il Riga Food, con più di 600 espositori provenienti da 35 Paesi e oltre 37.000 visitatori attesi, tra operatori professionali e gourmet. "Domenica 7 settembre, invece, sarà la volta dello Speciality & Fine Food Fair di Londra, aperto fino al 9 settembre: un appuntamento che abbina all’identità trade una fortissima connotazione di eccellenza - si legge in un comunicato diffuso -. 12.000 i visitatori stimati, tra retailer, chef, distributori, ristoratori, hotelier, proprietari di delicatessen store.

Come spiega Alessandra Foppiano, Executive Manager di Parma Alimentare, "iniziamo il mese di settembre con entusiasmo e con grandi aspettative, con due importanti appuntamenti internazionali per le aziende del settore food che vedono il territorio di Parma protagonista a Riga e a Londra. La fiera lettone rappresenta il luogo migliore per stringere contatti di business in un’area geografica, quella dei Paesi Baltici, che offre interessanti prospettive di crescita per le industrie agroalimentari parmensi e che rappresenta un ponte verso i Paesi dell’area ex sovietica. L’appuntamento di Londra, per l’alto profilo sia degli espositori sia dei visitatori trade, è ideale per cogliere i trend del mercato e per evidenziare la qualità delle produzioni della Food Valley.

Parma Alimentare è sempre più attenta alle manifestazioni di nicchia, come possono essere Riga Food e Speciality and Fine Food Fair: siamo convinti che queste fiere rappresentino il canale ideale sia per far conoscere l’eccellenza delle nostre produzioni, sia per dialogare con nuovi segmenti di mercato, fortemente orientati ai prodotti di alta qualità". Sono quattro le aziende parmensi che partecipano, con Parma Alimentare, a Riga Food: Casale SpA, Coppini Arte Olearia Srl, Furlotti & C. Srl e Molino Grassi SpA. Il 3 settembre scorso, anticipando l’apertura ufficiale della manifestazione, Parma Alimentare ha organizzato, insieme con le aziende coinvolte nella spedizione, un evento dedicato alla stampa lettone specializzata in ambito food: gli invitati si sono ritrovati al Ristorante “3 chefs” di Riga, partecipando a un cooking workshop coordinato dallo chef Alberto Rossetti, del Ristorante una stella Michelin “Al Tramezzo” di Parma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’idea alla base di questo evento – dichiara Alessandra Foppiano, Executive Manager di Parma Alimentare – è stata quella di avviare un dialogo one-to-one con influencer sensibili al tema delle produzioni alimentari di qualità e potenziali ambasciatori del Made in Parma. Per questo abbiamo scelto una location di prestigio a Riga, che offrisse un’atmosfera raccolta, e ci siamo affidati alla professionalità dello chef stellato Alberto Rossetti, che nel suo background professionale vanta numerose collaborazioni prestigiose e che, in passato, ha già affiancato il Consorzio. Siamo convinti che degustare le creazioni dello chef Rossetti, come il crostino con Parmigiano Reggiano DOP tenero e Pancetta fondente, i tagliolini al Prosciutto di Parma DOP croccante, porri e nocciole e la Rosa di Parma, sia il modo migliore per valorizzare le nostre produzioni e fare cultura sulle eccellenze della Food Valley, creando al contempo un legame con il territorio e promuovendo Parma come destinazione turistica. Non dimentichiamo che i prodotti agroalimentari rappresentano sempre l’espressione di una terra, della sua cultura e dei suoi talenti. Abbiamo anche deciso di replicare questo format a Londra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento