Cronaca

Crisi economica, consumi: Parma è la città che ha subito il calo minore

I dati sono stati forniti dall'Osservatorio Findomestic sul consumo di beni durevoli in Emilia-Romagna, il reddito pro capite è di 21.277 euro, più 2%

Consumi

Crisi economica e cali degli acquisti. Parma si conferma città ricca, è il territorio che in Regione ha subito il calo minore nei consumi rispetto al 2010. Questo è il quadro che risulta dai dati relativi ai consumi dei beni durevoli, forniti dell'Osservatorio Findomestic. Il reddito disponibile pro capite della provincia di Parma (21.277 euro, con una variazione positiva del 2%) è quello che più si avvicina alla media regionale.

Nel 2011 i parmigiani hanno speso molto in auto usate e poco in motocicli. Debole anche l'acquisto di mobili ed elettrodomestici, anche se è la provincia dove c'é stato un calo minore rispetto al 2010: nell'anno che si è appena concluso ha, insomma, sofferto meno la crisi dei consumi rispetto ad altri territori. E' a Parma, peraltro, anche il calo minore (-9,8%) nell'acquisto di prodotti informatici. In Emilia-Romagna la città più ricca è Bologna, ha il più alto reddito pro capite; la più povera Ferrara, ha il più basso reddito pro capite. Parma si attesta intorno alla media regionale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi economica, consumi: Parma è la città che ha subito il calo minore

ParmaToday è in caricamento