Cinema alla casa della musica, proiezione a ingresso gratuito di “Latcho drom”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Continuano gli appuntamenti con "Cinema alla Casa della Musica", la rassegna organizzata dall'Istituzione di piazzale San Francesco in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna e che quest'anno porta il titolo "Senza parole… Quando la musica narra il film": il quarto film del ciclo è anche uno dei più interessanti risultati della recente cinematografia francese, Latcho drom, del regista berbero-algerino-francese-rom Tony Gatlif (nome d'arte di Michel Dahmani) e sarà proiettato, come sempre a ingresso gratuito, alle ore 21 di lunedì 28 ottobre nella Sala dei Concerti della Casa della Musica.

Il titolo del film, "Latcho drom", può essere tradotto in italiano con l'espressione "buon viaggio". Il film è un intenso e travolgente documentario in cui Tony Gatlif racconta i viaggi, le musiche e le danze dei gruppi di zingari provenienti da Rajastan (India), Egitto, Turchia, Romania, Ungheria, Slovacchia, Francia e Spagna. Racconta il lungo percorso che dall'anno 1000 c.a. fino alla fine del 1900 il popolo zingaro ha intrapreso dal nord dell'India fino alla Spagna e la relativa evoluzione musicale che, raccogliendo tradizioni culturali musicali, trasforma la musica zingara sfociando, alla fine, con il flamenco. A ogni tappa (geografica e/o temporale) corrisponde uno stile musicale diverso. Il risultato è un affresco affascinante e irresistibile, in cui la musica la fa da padrona.

Si ricorda che la proiezione si terrà alle ore 21 nella Sala dei Concerti della Casa della Musica (tel. 0521 031170) e sarà a ingresso libero.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento