Cronaca

Controlli antidroga con i cani nei parchi: sequestri e denunce

Blitz dei carabinieri: all'interno del parco Galeone di via Newton molti giovani sono scappati. Sotto la panchina l'unità cinofila ha trovato droga

Controlli antidroga dei carabinieri nelle aree verdi e nei parchi di Parma. Ieri, 20 marzo, infatti i militari della compagnia di Parma, con le stazioni di Oltretorrente, Centro, Mezzani e personale nel nucleo cinofili di Bologna - oltre ai militari del 5° Reggimento Carabinieri dell'Emilia Romagna - hanno effettuato controlli al parco Ducale. Qui è stato fermato un 30enne maghrebino, residente in provincia di Modena. Aveva in tasca una lama da cutter di 17 centimetri: è stato denunciato per porto di oggetti atti ad offendere.

All’interno del Parco Galeone di via Newton, all’arrivo dei militari diversi giovani sono scappati er evitare di essere controllati. Nascosto sotto una panchina, l’unità cinofila, ha individuato un involucro contenente oltre 20 grammi di hashish. In Via Cremonesi, nel corso di un controllo della circolazione stradale, è stato intimato l’alt ad una autovettura condotta da un 19enne residente a Parma.

Poiché lo stesso era molto agitato, il mezzo è stato controllato, anche con l’aiuto dell’unità cinofila. Ben nascosti sotto il sedile posteriore sono stati rinvenuti oltre 35 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento. In casa sua c'erano altri 20 grammi di marijuana. Il ragazzo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In Via Katharine Mansfield, un 33enne di origine senegalese, residente a Berceto, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio in quanto trovato in possesso di oltre 10 grammi di sostanza stupefacente verosimilmente hashish e materiale per il confezionamento. Nel corso del servizio sono stati segnalati alla Prefettura, quali assuntori di sostanza stupefacente, 5 persone.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli antidroga con i cani nei parchi: sequestri e denunce

ParmaToday è in caricamento