menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Copador, i lavoratori in assemblea: preoccupazione per gli stipendi e per il posto di lavoro

È chiaro a tutti che sono di fondamentale importanza la continuità produttiva e lo svolgimento della prossima campagna di trasformazione del pomodoro

La mattina di lunedì 6 febbraio presso la sede di Collecchio in strada dei Notari si è svolta un’assemblea sindacale molto partecipata da parte dei lavoratori Copador. Dopo l’illustrazione della situazione aziendale in riferimento al concordato in continuità chiesto dalla direzione, sono emerse tutte le preoccupazioni dei lavoratori. È chiaro a tutti che sono di fondamentale importanza la continuità produttiva e lo svolgimento della prossima campagna di trasformazione del pomodoro. Molti hanno espresso preoccupazione in merito al pagamento degli stipendi e agli ammortizzatori sociali che per gli operai a tempo indeterminato, da gennaio 2017, si sono drasticamente ridotti. Tutti hanno espresso determinazione nel difendere il posto di lavoro e i diritti maturati e hanno chiesto alle organizzazioni sindacali di lavorare nei confronti di tutti i soggetti coinvolti al fine di salvaguardare lavoro e produzioni che coinvolgono direttamente 600 famiglie più un considerevole indotto. Il tempo per le semine è poco, ancora poche settimane, e fin da subito ci saranno incontri con i commissari giudiziali, mentre continuerà il pressing verso le istituzioni (dal Ministero dell’Agricoltura, a quello dello Sviluppo Economico, alla Regione Emilia Romagna) affinché si creino le condizioni per far sì che un accordo che coinvolga ceto bancario, produttori e fornitori renda possibile la campagna. C’è il lavoro, c’è un’azienda industrialmente sana, occorre trovare rapidamente le soluzioni opportune!
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento