menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Copador, presidio dei lavoratori davanti ai cancelli: "Si proceda senza indugio"

Due ore di sciopero indette dai sindacati. Presenti anche i deputati Maestri e Romanini e la consigliera regionale Barbara Lori: "Nonostante il cambio di Cda si vada avanti per avviare la campagna del pomodoro 2017"

Crisi alla Copador. Nel pomeriggio di lunedì 27 marzo, dalle ore 16 alle ore 18, si è svolto un presidio dei lavoratori davanti ai cancelli dell'azienda di Collecchio. I sindacati, che hanno proclamato due ore di sciopero per la giornata di oggi dopo gli ultimi sviluppi della vertenza, denunciano l'allungamento dei tempi per la decisione su quale offerta vincolante accettare. Ne va il futuro lavorativo dei dipendenti e degli stagionali e la campagna del pomodoro 2017. 

“Abbiamo rinnovato ai lavoratori in sciopero il nostro sostegno e la nostra solidarietà; ci associamo alla loro richiesta affinché, nonostante il ricambio nel CdA di CoPadOr, si proceda senza indugio con l’obiettivo di mettere in sicurezza l’azienda e avviare la campagna 2017”. Così i deputati Giuseppe Romanini, Patrizia Maestri e la consigliera regionale Barbara Lori a margine della manifestazione indetta dai lavoratori di fronte ai cancelli dell’azienda di Collecchio, oggi lunedì 27 febbraio.  LA VERTENZA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento