Coppia assolda killer per uccidere una 66enne di Gazzuolo: arrestati

Lui di Fidenza, lei di Busseto volevano uccidere Lilia Negri, ambulante del Mantovano. Trovata a Travazzano di Carpaneto, nel Piacentino, anche la buca dove intendevano seppellirla. Il killer ha confessato

Il mercatino di Piazzola sul Brenta

Domenica mattina, tra le 8.30 e le 9, i carabinieri sono intervenuti tra i banchi del mercatino dell'antiquariato di Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, per individuare e porre in salvo una donna, Lilia Negri, 66enne di Mantova, che ha un banco da ambulante.

MOVENTE SENTIMENTALE. La commerciante era nelle mire nientemeno che di un killer, un moldavo assoldato da una coppia della Bassa, lui di Fidenza e lei di Busseto. Secondo le prime indiscrezioni trapelate, sembra che il movente del potenziale omicidio abbia a che vedere con ragioni sentimentali, probabilmente un tradimento. La coppia è stata quindi arrestata dai carabinieri.

BLITZ AL MERCATINO. Ad allertare i militati dell'arma euganea sono stati i colleghi di Fidenza, che erano venuti a conoscenza dello spostamento della donna nel Padovano. E dato che la vita della predestinata vittima era in pericolo perché il sicario avrebbe potuto agire in ogni occasione, ecco spiegato l'intervento al mercatino. I carabinieri hanno individuato l'ambulante, informandola del grave pericolo che correva e interrogandola per raccogliere utili informazioni alle indagini.

IL RIMORSO. Pare sia stato il killer ad avvisare i carabinieri dopo che la coppia gli aveva chiesto anche di scavare una fossa dove seppellire il cadavere della donna. La buca è stata ritrovata vicino al fiume Chero a Travazzano di Carpaneto, nel Piacentino. Diversi elementi, inoltre, fanno propendere anche per l'ipotesi del sequestro prima dell'omicidio o addirittura successivamente, inscenando anche una richiesta di riscatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Ecco cosa si può fare da lunedì 11 gennaio a Parma

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento