menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ristorazione collettiva, presidio e sciopero dei lavoratori della Copra

Lunedì 3 giugno, in occasione dello sciopero nazionale del settore proclamato da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil si terrà un presidio davanti alla Prefettura. Copra non intenderebbe applicare la clausola sociale

Ristorazione collettiva. I lavoratori sono in agitazione per la decisione dell'Angem, l'associazione datoriale che a novembre del 2012 aveva dato formale disdetta dell’applicazione del Contratto Nazionale del Turismo per effetto dell’uscita da Fipe-Confcommercio. L'Angem ha deciso inoltre di applicare un protocollo sottoscritto con una sigla sindacale che, come riferiscono i sindacati confederali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil non avrebbe rappresentatività all'interno delle azienda che fanno parte di Angem. 

A Parma è allarme alla Copra, associata ad Angem che non avrebbe intenzione di applicare la clausola sociale, che obbliga in caso di cambio appalto a tenere in servizio i lavoratori. Lunedì 3 giugno alle ore 10 si terrà un presidio dei lavoratori davanti alla Prefettura. In contemporanea i sindacati hanno dichiarato sciopero in tutta Italia per i lavoratori del settore. A Milano si svolgerà una manifestazione di circa 400 persone a Milano, dove si trovano le sedi di Angem e delle maggiori aziende ad essa aderenti. 

"Dopo gli ultimi incontri -dichiarano i sindacati- nonostante la disponibilità dei sindacati ad avviare un tavolo di  trattativa per definire un rinnovo dell’articolato contrattuale più rispondente alle mutate condizioni del settore della Ristorazione Collettiva, l’Angem il 9 maggio scorso ha comunicato di aver sottoscritto il protocollo proposto con un’altra e diversa compagine sindacale, comparativamente non rappresentativa, affermando che le condizioni previste in tale accordo saranno applicate da subito a tutte le lavoratrici ed i lavoratori delle aziende aderenti ad essa, e chiedendo a Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil di firmare per adesione il suddetto protocollo. “Un atto gravissimo” affermano i sindacati “anche per il mancato rispetto delle basilari regole delle relazioni sindacali con le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative del settore. Configurandosi gli estremi per l’attività antisindacale, diffidiamo le aziende aderenti ad Angem ad applicare il protocollo stesso.”

A

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento