Coronavirus: un uomo contagiato in Croazia lavora a Parma

E' ricoverato all'ospedale di Rijeka

La terza persona risultata positiva al test del coronavirus in Crozia è un uomo che lavora a Parma. Lo hanno riferito le autorità sanitarie locali. Il paziente è attualmente ricoverato all'ospedale di Rijeka (Fiume). Gli altri due casi in Croazia riguardano due fratelli gemelli, uno dei quali è risultato positivo al sui ritorno da un soggiorno a Milano tra il 19 e il 21 febbraio.

Mercoledì 26 febbraio altre quattro persone sono risultate positive al test per il coronavirus: in totale dei contagiati nella nostra città è otto. 

Un altro cittadino parmense è risultato positivo al coronavirus a Tenerife.  Nella giornata di mercoledì 26 febbraio, poi c'è stato il primo decesso di un paziente positivo al coronavirus in Emilia-Romagna: un uomo di 70 anni di Lodi è morto all'Ospedale Maggiore di Parma. Era ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva della nostra città dopo essere stato trasferito dall'Ospedale di Piacenza. 

Gli altri quattro casi sono quelli già comunicati: tre persone, una donna 47enne di Monticelli Terme, un uomo di 52 anni di Lesignano dè Bagni e un 64enne di Parma si trovano ricoverati nel reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale Maggiore mentre un 18enne è in isolamento nella sua abitazione in una frazione di Bardi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

  • Oggi la firma del Dpcm: Natale solo tra conviventi e coprifuoco alle 22

Torna su
ParmaToday è in caricamento