Coronavirus: primi due casi a Corniglio

Una persona è ricoverata nel reparto di Malattie Infettive del Maggiore, l'altra è in isolamento domiciliare a casa

Due casi di peersone positive al coronavirus nel comune di Cornigilio. E' lo stesso primo cittadino a comunicarlo: una delle due si trova nel reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale Maggiore mentre l'altra è in isolamento domiciliare presso la propria abitazione. 

"Come Sindaco, sentite le Autorità Sanitarie competenti, vi comunico che è confermata la presenza di due casi di Coronavirus nel nostro Comune. Le persone residenti a Corniglio, provenienti dal focolaio di Codogno, sono attualmente assistiti dai medici competenti, i quali stanno attuando tutte le procedure necessario al caso.  Ho avuto modo di sapere, attraverso i sanitari, che le prsone sono comunque in buone condizioni: uno ricoverato nel reparto di malattie infettive presso l'Ospedale di Parma ed uno presso la propria abitazione. Come Amministrazione comunale, unitamente alla Protezione Civile e all’Azienda Sud-Est,  siamo pronti ad intervenire qualora ci fossero casi di emergenza, soprattutto persone in autoisolamento o persone anziane con ridotta mobilità, ma per ora non dobbiamo adottare ulteriori provvedimenti. Vi invitiamo a seguire le indicazioni emanate dal Ministero, che ricordiamo brevemente, ed invitiamo a non recarsi al Pronto Soccorso o presso gli ambulatori dei medici di famiglia in caso di sintomi ma contattare il 118".

Le persone contagiate dal coronavirus a Parma risultano in totale 27, alle ore 19 di venerdì 28 febbraio, secondo i dati ufficiali della Regione Emilia-Romagna
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento