menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: i Nas vigileranno sul rispetto delle quarantene

L'assessore Venturi: "L'isolamento e la quarantena sono le misure piu' efficaci per impedire la diffusione della malattia, hanno senso naturalmente se siamo sicuri che le persone stiano in casa"

Anche i Nas di Bologna e Parma vigileranno sul rispetto delle situazioni di quarantena legate al coronavirus. "L'isolamento e la quarantena sono le misure piu' efficaci per impedire la diffusione della malattia, hanno senso naturalmente se siamo sicuri che le persone stiano in casa. Con i Nas, e non solo, c'è un impegno per verificare puntualmente che queste persone rimangano 14 giorni in isolamento attivo a casa loro".

Lo ha annunciato l'assessore alla Sanità dell'Emilia-Romagna, Sergio Venturi, oggi in conferenza stampa in Regione aggiornando la situazione sull'allerta coronavirus. L'assessore ha anche evidenziato come vi sia un andamento comunque confortante della situazione legata al coronavirus in regione, dove non ci sono focolai: i casi emersi sono finora tutti riconducibili ai territori fuori regione.

"Dobbiamo pensare, in particolare, che su 97 persone risultate positive ben 54, oltre la metà quindi, stanno facendo trascorrere la malattia a casa propria e gli altri si trovano nei reparti 'normali' di Malattie infettive, cosa che può succedere di fronte ad una malattia sconosciuta. Se queste caratteristiche vengono mantenute - sospira Venturi -  vuol dire che ci siamo presi molte precauzioni. Le precauzioni non sono mai esagerate, ma potremmo tirare un respiro di sollievo abbastanza presto".

Aggiunge in quest'ottica l'assessore regionale: "Anche i casi di altre regioni sono tutti riconducibili ai focolai noti, questo fa ben sperare per il futuro. Auspico un rallentamento dell'attuale regime, certamente: abbiamo tutti bisogno di essere piu' fiduciosi e i dati ci stanno dando ragione, la qualità della malattia è medio-bassa".

Insiste Venturi: "Abbiamo bisogno di ricominciare a fare le cose che facevamo fino ad una settimana fa. La gradualità delle nuove misure la deciderà comunque la nuova giunta regionale", che si insedia domani. (Dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zone rosse e arancioni per altri due mesi: Parma a rischio

Attualità

Temporali e piene dei fiumi: allerta rossa nel parmense

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento